21 febbraio 2019
Aggiornato 13:31
Eventi

Torino, 6 eventi da non perdere mercoledì 27 settembre

Un appuntamento allo stadio, una degustazione con le eccellenze del territorio, la musica in tutte le sue sfaccettature ed ancora spettacolo e ballo. Ecco cosa vi attende in città
Torino, gli eventi da non perdere mercoledì 27 settembre
Torino, gli eventi da non perdere mercoledì 27 settembre Shutterstock

TORINO – Un mercoledì variegato e spumeggiante quello che ci attende in città: dallo sport, ai buoni sapori in tavola, passando dalla musica per arrivare al teatro e al ballo. Ecco i nostri consigli per la vostra serata.

Calcio
All'Allianz Stadium dalle 20.45, Juventus – Olympiakos. La Juventus deve vincere contro i greci dell'Olympiakos dopo la sconfitta della prima giornata della Champions League 2017-2018 al Camp Nou.

Gusto
Torna l'Enoteca diffusa in San Salvario e precisamente in via Baretti e in via Belfiore, l'evento dedicato alla ri-scoperta dei vini Doc e Docg della provincia di Torino da gustare in mescita, in abbinamento all’ampia offerta culinaria di questo vivace distretto enogastronomico; da provare anche i cocktail affini dove il vino diventa protagonista in una rivisitazione della miscelazione futurista degli Anni '30 con «I Maestri del gusto». Un’iniziativa dedicata al bere bene, consapevole e di qualità, nel rispetto del territorio e della tradizione locale. Le etichette presenti sono state selezionate dalla Camera di commercio di Torino nell’ambito del progetto «Torino DOC» (www.torinodoc.com) con Enoteca Regionale dei Vini della Provincia di Torino. L’Enoteca diffusa si trova da Affini, Il Barotto, Baretti Bis, Bottega Baretti, Closer, Mad, Sans Soushì, Shaka Brah, Lo stonnato. Basterà cercare in vetrina il logo «Io sono Torino Doc». Enotecadiffusa è lo Spin Off notturno di «È l'ora del Vermouth | Eataly Lingotto» Quando Eataly del Vermouth chiude tutti a San Salvario a degustare i vini Doc e Docg della provincia di Torino. Mercoledì 27 settembre alle 19 da Il Barotto, via Baretti 8, degustazione «Val d’Aosta vs Canavese». Un contest gastronomico con Mocette e Salame di Turgia. Sarà possibile provare salami e mocette di bovino provenienti dalle vallate alpine, il tutto accompagnato dai formaggi e dalla simpatia di Stefano Lunardi di «Erbavoglio - Antica latteria di Aosta» e dai vini di Bruno Giacometto, storico produttore di Caluso.

Musica inedita
Gli Adam Smith presentano il loro nuovo Live nella serata dedicata alle band Inedite «I -nediTo Maglio Torino» al Maglio Cocktailbar Torino di via Andreis 18. Gli Adam Smith sono un' insospettabile rock band. Marco Salvai (voce e chitarra) ed Anselmo Cane (basso e contrabbasso) si conoscono e suonano insieme da una vita, per loro la musica è come una seconda lingua, il modo più immediato per capirsi e comunicare. In tutte le band in cui hanno suonato, loro sono sempre stati il fulcro, i più decisi, i più motivati e così decidono di dare vita ad un nuovo progetto. Partono per un breve viaggio a Londra, patria della musica alla quale spesso si sono ispirati, appena usciti dalla metropolitana vedono un cartellone pubblicitario con su scritto il nome Adam Smith, che è si il nome del famoso filosofo ed economista scozzese, ma anche uno dei nomi più diffusi in Inghilterra, come fosse Mario Rossi qui in Italia. Per essere una band manca però una batteria e la trovano in Frank Stella, che di batterie ne sa avendone montate sui palchi più grandi e importanti d'Europa e che ad oggi gestisce a Torino una scuola per batteristi. Come il nome da loro scelto così sono gli Adam Smith, semplici ed immediati, nella musica e nei testi dei loro brani, che l'8 ottobre 2013 vengono pubblicati nel loro primo album «Normale, Banale, Maiale». Niente vezzi da star e grande professionalità, per tre musicisti che quando salgono sul palco non deludono mai, il loro rock è puro, onesto, coinvolgente, non è facile emergere in un oceano di rock band, ma gli Adam Smith sanno suonare e questo quando si parla di musica dovrebbe essere la prima cosa. Che gli Adam Smith sanno e vogliono solo suonare, lo dimostrano anche nella loro formazione acustica, che si arricchisce di nuovi elementi quali Claudio Chiale al violino e fisarmonica ed Alberto Bolle alla cassa cajon. Generosi nella vita e sul palco, agli Adam Smith piace durante i loro live condividere il palco con altri musicisti per featuring sempre nuovi e stimolanti. Gli Adam Smith sono: Marco Salvai, chitarra e voce, Anselmo Cane, basso, Frank Stella, batteria

Musica jazz
Al Jazz Club Torino di Piazza Valdo Fusi, dalle 21.30 Jazset presenta «Italian Postcards» un programma che prevede alcuni brani del Cd «Postcard» e nuovi inediti a cui si aggiunge la reinterpretazione, in chiave jazz di importanti pagine della musica italiana: Lucio Battisti, Paolo Conte, Pino Daniele, Ivan Graziani, Nino Rota, Giacomo Puccini, Ennio Morricone. Piano: Gilberto Bonetto Basso: Francesco Bertone Batteria: Edoardo Luparello. Possibilità di prenotare per il «Dinner in Jazz» (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it.

Spettacolo
A Il Mutamento Zona Castalia (via San Pietro in Vincoli, 28), dalle 20.45 la prima torinese dello spettacolo prodotto da Pop Economix di Alberto Pagliarino, Nadia Lambiase, Paolo Piacenza, regia di Alessandra Rossi Ghiglione e con Christian Castellano. Dai colletti di celluloide della Belle Epoque che esplodevano per un pizzico di brace di sigaro, alle microplastiche che oggi soffocano i mari. Dalle grandi scoperte dell’800 come la corrente elettrica o il motore a scoppio, all’obsolescenza programmata che ci obbliga a cambiare smartphone ogni due anni. Dal pensiero – libero e liberante – di Adam Smith, alla distorta versione che i neoliberisti hanno sacralizzato. C’è tutto questo in «A proposito di Smith», il nuovo spettacolo dell’Associazione Pop Economix che racconta come il nostro mondo sia ormai molto vicino al collasso e ci sia bisogno di una nuova alleanza tra l’uomo e l’ambiente per salvarlo. Un’alleanza che può nascere dalla riscoperta del limite come criterio di un rapporto equilibrato con la terra. Un’alleanza in cui l’azione trasformatrice di uomini e imprese può ripartire dagli scarti per creare nuove opportunità, come insegna l’economia circolare. Un’alleanza in cui gli sforzi di alcuni piccoli-grandi eroi di oggi possono dare corpo a quell’economia civile, pensata oltre 250 anni fa da un grande italiano, Antonio Genovesi. Il tutto in un linguaggio narrativo vibrante che alterna vivace ironia, sofferta consapevolezza del tempo presente e appassionato desiderio di un futuro sostenibile. Biglietto: intero € 10, ridotto | residenti circoscrizione €7, studenti e operatori € 5.

Si balla in piazza
In piazza Castello dalle 21.30, ultimo appuntamento con «Lindy On The Road». Torna puntuale l'appuntamento all'aria aperta dedicato agli amanti del Lindy Hop e della musica Swing. Un punto di incontro che negli anni è cresciuto e si è confermato come momento di socialità e condivisione di passioni, gioia e divertimento. Una manifestazione popolare che riunisce la comunità Swing torinese. Tutti sotto lo stesso cielo a guardar le stelle sulle melodie ed i ritmi di un altro tempo. Un sogno di piena estate. Vicino al trabiccolo con il logo Lindy On The Road ci sarà il «Facebook analogico» della manifestazione, dove potrete lasciare i vostri pensieri. Valgono poesie, saluti, dichiarazioni d'amore, idee illuminanti, verità assolute, disegni, foto e numeri vincenti del lotto. Non valgono tutte le cose che non vorreste aver scritte nel vostro diario dei ricordi. Per questioni di senso civico la musica andrà avanti fino e non oltre le 00.30.