23 marzo 2019
Aggiornato 01:30
Mercato corso Racconigi

Un altro «suk» arriva in città? La trasformazione del mercato di corso Racconigi

Gli abusivi si posizionano generalmente in tarda mattinata nell’ultimo tratto del corso, in corrispondenza dell’incrocio con corso Vittorio Emanuele II, rendendo sempre più pericolosamente simile il mercato di Cenisia ai vecchi ricordi del suk
Mercato di corso Racconigi
Mercato di corso Racconigi

TORINO - Teli distesi a terra, giocattoli, vestiti usati, posate, libri, scarpe e mercanzia di scarso valore e di dubbia provenienza. Questo lo scenario che si para davanti agli occhi di coloro che passeggiano quotidianamente tra le bancarelle del mercato di corso Racconigi. Gli abusivi si posizionano generalmente in tarda mattinata nell’ultimo tratto del corso, in corrispondenza dell’incrocio con corso Vittorio Emanuele II, rendendo sempre più pericolosamente simile il mercato di Cenisia ai vecchi ricordi del suk. «Una delibera della Giunta Fassino consente di vendere al mercato materiale usato: ma gli stalli, una trentina, a questo scopo riservati si sono trasformati in qualcosa di molto diverso da un mercatino delle pulci. Spesso sotto il titolo di «merce usata» si vende tutt’altro», spiega il capogruppo dei Moderati, Silvio Magliano, già molto attivo nella lotta all'abusivismo del rinato suk di via Carcano, il Barattolo.

SUK - Eppure i controlli ci sono stati e ci sono spiega l'assessore con delega alla Sicurezza, Roberto Fianardi: da gennaio a oggi la polizia municipale ha effettuato ventidue rinvenimenti di merce abbandonata, lasciata lì dai venditori abusivi in fuga, oltre a una decina di sequestri, amministrativi e giudiziari. «Una goccia nel mare dell'illegalità» ribatte Magliano. Sembrerebbe quindi che la sperimentazione della passata amministrazione Fassino non abbia prodotto i risultati sperati. Cosa avverrà ora? I cittadini dovranno forse abituarsi all'idea di un nuovo "mini suk" dove un tempo sorgeva uno dei mercati più ricchi della città? «Gli ultimi interventi risalgono al mese di agosto» rassicura l'assessore Fiandi. «Il 18 luglio sono stati posti sotto controllo sette veicoli di abusivi tra corso Vittorio e via Foresto e il corpo di polizia mette in atto operazioni cicliche di contrasto all'abusivismo commerciale nelle zone più sensibili. Sono inoltre in corso degli accordi con la polizia di Stato per programmare degli interventi congiunti per l'identificazione dei soggetti coinvolti nel circolo dell'illegalità» Pare però difficile pensare di effettuate un controllo perpetuo durante tutto il tempo del mercato.

Mercato di corso Racconigi

Mercato di corso Racconigi (© Segreteria Silvio Magliano)