13 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
Eventi

Di Maio, Berlusconi, Salvini e Vittorio Sgarbi: tanti ospiti al Festival del Lavoro a Lingotto

A Lingotto oggi si apre la tre giorni organizzata dal Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro. Visto l’avvicinarsi delle elezioni politiche ci saranno tanti ospiti dei vari partiti

Festival del lavoro a Lingotto (© )

TORINO - Luigi Di Maio, Matteo Salvini, Angelino Alfano e anche Silvio Berlusconi, seppur solo in video. L’avvicinarsi delle elezioni politiche ha creato un interesse forte del mondo della politica per il Festival del Lavoro in programma il 28, 29 e 30 settembre al Lingotto. Organizzata dal Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, la manifestazione si pone come obiettivo quello di trovare soluzioni per il rilancio delle imprese alla luce delle nuove tecnologie che, se da un lato aiutano molto il lavoro, dall’altro sono causa di perdita di posti di lavoro. Si stima che nei tre giorni di apertura partecipino 4mila consulenti.

PROGRAMMA - La kermesse si apre nel pomeriggio di oggi con un collegamento video del ministro degli Esteri Angelino Alfano. Subito dopo sarà l’occasione di ascoltare l’ad di Maserati Luigi Galante e il giuslavorista Pietro Ichino in «Da industry 4.0 al lavoro 4.0». Alle 17.40 l’ex direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli parlerà di «Quando gli incentivi non garantiscono le assunzioni», a seguire l’intervento del leader della Lega Matteo Salvini. Questo il primo giorno. Domani, venerdì 29 settembre, si apre con il presidente dell’Inps Tito Boeri. Presenti, durante l’arco della giornata, Vittorio Sgarbi, l’ex ministro Giulio Tremonti e Giorgia Meloni. Il candidato premier del Movimento 5 Stelle invece è atteso nella giornata di sabato. Sempre nel giorno di chiusura ci sarà l’intervista video a Silvio Berlusconi.