13 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
La storia

Pronipote di due Papi, suor Giorgina operata al femore a 102 anni al Maria Vittoria

La sua è una storia incredibile, tanto che ci ha scritto anche un libro. Suor Giorgina, al secolo Maddalena Piccolomini, discende da una famiglia molto importante a partire dal XI Secolo. Tra i suoi avi anche Papa Pio II e Papa Pio III

TORINO - Suor Giorgina, come ormai è conosciuta da tutti Maddalena Piccolomini, ha 102 anni e la sua è una di quelle storie che si ascoltano con piacere e così ricca da scriverci un libro, così come in effetti ha fatto tre anni fa. Il suo è un cognome che riporta in Toscana all’XI Secolo: gli antenati erano molti influenti a Siena grazie alla loro affermazione nel commercio, nelle armi, nella cultura e nelle scienze. Ma non solo: nella storia il cognome Piccolomini è appartenuto anche a due Papi, Pio II (Enea Silvio Piccolomini vissuto tra il 1405 e il 1464) e Pio III (Francesco Todeschini Piccolomini vissuto tra il 1439 e il 1503). Insomma, era già stata «battezzata» dai suoi avi.

LA SUA VITA - Nata nel 1915, suor Giorgina ha preso i voti a 25 anni quando aveva conosciuto le suore di San Giuseppe Benedetto Cottolengo. Per il trasferimento a Torino, nella Piccola Casa della Divina Provvidenza del Cottolengo, non c’è voluto molto, anche se nella sua vita è transitata anche in Trentino, in Emilia, in Veneto e in Toscana. Ha passato la vita a imparare e a fare del bene aiutando le persone più sfortunate, i malati negli ospedali e nelle comunità, oltre ad aver lavorato come infermiera di famiglia. Una vitalità incredibile l’ha portata a salire su una bicicletta a 61 anni e nonostante le cadute è riuscita a pedalare. Quella stessa vitalità che oggi la porta a svegliarsi alle sei tutte le mattine, prendere il caffè alla macchinetta, vestirsi, fare il letto e andare a messa. Il tutto condito dalle notizie che legge sull’Avvenire con la sua fidata lente di ingrandimento che porta sempre in tasca.

OPERATA AL MARIA VITTORIA - Una settimana fa è caduta e si è fatta male. Stava andando a chiudere una finestra quando è cascata per terra: si è fratturata il collo del femore ed è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale Maria Vittoria. I medici le hanno detto che sarebbe dovuta essere operata e lei, nonostante la veneranda età, non si è tirata indietro. L’intervento è durato una ventina di minuti con anestesia locale alle gambe ed è andato tutto per il meglio. Ora suor Giorgina potrà tornare alla sua vita quotidiana con i suoi 102 anni.