13 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
Circoscrizione IV

Niente pił macchine in via San Donato? Novitą in vista per la Circoscrizione IV 

La nuova immagine del quartiere sarebbe completamente "bike friendly": niente pił automobili, autobus pubblici deviati in altri percorsi  e piste appositamente pensate per proteggere pedoni e ciclisti

Via San Donato (© Facebook)

TORINO - I cittadini sono abituati a vedere una via San Donato sempre in fermento e trafficatissima. Bene, le cose potrebbero cambiare: è stato votato in consiglio di circoscrizione una mozione che chiede la collaborazione con cittadini, commercianti e comune, per contemplare la limitazione del traffico automobilistico privato e aumentare la mobilità sostenibile tra il controviale di corso Regina e il controviale di corso Francia. La nuova immagine del quartiere sarebbe completamente "bike friendly": niente più automobili, autobus pubblici deviati in altri percorsi e piste appositamente pensate per proteggere pedoni e ciclisti. 

SAN DONATO - Un quartiere vitale e multietnico come San Donato comporta, va da sé, un grande spostamento di mezzi, pubblici e privati in entrata e in uscita. Il progetto di limitazione totale del traffico veicolare (o l'istituzione quantomeno di un senso unico) si inserisce nel più ampio piano di "Torino Camminabile" inaugurato durante la Settimana Europea della Mobilità che si è tenuta a Torino a settembre. Certo, immaginare una via San Donato pedonale, porta a galla diverse criticità: l'eliminazione di un alto numero di parcheggi per esempio, la regolamentazione dei passi carrai e dei parcheggi interni privati, per non parlare poi dell'impatto sui negozianti. Nonostante le problematiche immaginabili il piano per una Circoscrizione IV a misura d'uomo sta prendendo piede e avanza.