13 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
Piazza Benefica

Piazza Benefica, la piazza che non esiste e che non si chiama così

Tutti la conoscono, in molti almeno una volta nella vita si sono recati nel mercato che colora la piazza. Ma come mai si chiama così? E soprattutto, è davvero una piazza?

Piazza Benefica o meglio, il giardino Luigi Martini (© Museo Torino)

TORINO - C’è una piazza a Torino che piazza non è, che tutti conoscono con un nome ma che in realtà non si chiama così. Siete confusi? Vi chiariamo subito le idee: piazza Benefica. Tutti sanno dove si trova, in tanti ci sono stati almeno una volta per via del mercato o della parrocchia Gesù Nazareno. In realtà il nome è un altro: giardino Martini. Un esempio stranissimo della toponomastica di Torino.

IL NOME - Il nome reale della «piazza» è quindi giardino Luigi Martini. Luigi Martini nato nel 1838 e morto a Torino nel 1894, fu un magistrato, filantropo e noto esponente della massoneria. E come mai quindi si chiama «Benefica»? Il nome è dovuto dalla presenza di «Casa Benefica», un istituto inaugurato nel lontano 1889 in via Susa, nei pressi dello slargo dove ora sorge il mercato, realizzato proprio da Martini per garantire educazione e istruzione agli orfani della città. Un ente dalla finalità «benefica», da qui il nome dello slargo che oggi tutti conoscono come piazza Benefica.