13 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
Ius soli

Ius soli avanza, a Torino: «Cittadinanza onoraria per i figli degli stranieri»

E' questa la proposta, presentata in una mozione dalla consigliera comunale Eleonora Artesio insieme ai colleghi Francesco Tresso e Chiara Foglietta

Ius soli avanza a Torino (© Ansa Foto)

TORINO - Cittadinanza onoraria e attivazione della 'Civil Card' per facilitare le pratiche per bambini e ragazzi nati a Torino da genitori stranieri. Questi sarebbero riconosciuti come italiani dalla legge sullo ius soli ferma in Senato. E' questa la proposta, presentata in una mozione dalla consigliera comunale Eleonora Artesio insieme ai colleghi Francesco Tresso e Chiara Foglietta. La Sinistra, che recepisce l'iniziativa promossa da SI-Possibile impegna anche la sindaca Chiara Appendino e la giunta di Torino "a promuovere una rapida approvazione della legge in Senato" e a esporre su Palazzo Civico lo striscione 'Chi cresce in Italia è italiano'.

CITTADINANZA - A Torino sono 30.951 gli stranieri residenti fra gli 0 e i 20 anni e di questi 4.063 quelli di cittadinanza extracomunitaria nati in Italia e con documento di soggiorno registrato all'anagrafe con validità illimitata. «Nel 2013», dice Artesio «era già stato fatto un passo analogo conferendo la cittadinanza come atto simbolico ai bambini stranieri nati qui. Ma la cosa non è diventata una consuetudine per questo, ora più che mai,serve richiamare la questione con vigore».