11 dicembre 2017
Aggiornato 12:37
Cronaca

Sradicano il Punto Giallo dell'ospedale, carabinieri travestiti da infermieri li bloccano

Quando la banda ha tagliato i fili elettrici del Punto Giallo e lo ha sradicato dalla sua sede per caricarlo sul furgone è scattato l’intervento dei carabinieri. I tre romeni, tra i 24 e i 34 anni, tutti abitanti a Torino, sono stati arrestati

NOVARA - Nella giornata di oggi, mercoledì 4 ottobre, tre cittadini di origine rumena sono finiti in manette per furto aggravato e ricettazione. La banda ha preso di mira Il Punto Giallo per il pagamento del ticket che si trova nell'atrio dell'ospedale Maggiore della Carità di Novara. I carabinieri della Compagnia di Torino Mirafiori, in collaborazione con i colleghi di Novara, hanno sorpreso la banda in piena azione, mentre stavano staccando i fili dello sportello per portarlo via. 
 
FURTO - Sembrava che i tre girassero a vuoto per la città quando, certi di non essere seguiti, hanno imboccato l’autostrada in direzione Milano. Erano circa le 20 di ieri quando il gruppetto ha raggiunto l’ospedale Maggiore della Carita’. A questo punto, al fine di valutare i rischi e le difficoltà «operative» del furto che stavano per compiere, tutti e tre sono entrati nella struttura ospedaliera e si sono avvicinati al Punto Giallo.

ARRESTO - I carabinieri allora si sono posizionati dietro il desk del box informazioni, fingendosi pazienti o infermieri. Quando poi la banda ha tagliato i fili elettrici dello sportello e lo ha sradicato dalla sua sede per caricarlo sul furgone, è scattato l’intervento. I tre romeni, tra i 24 e i 34 anni, tutti abitanti a Torino, sono stati arrestati. E' emerso in seguito che uno di loro fosse evaso dai domiciliari per commettere il furto. Il furgone inoltre era stato rubato pochi giorni prima. A casa dei fermati, i carabinieri hanno sequestrato due micce a lenta combustione, diverse bombolette spray urticanti, tre telefoni cellulari e 21 pezzi di metallo giallo, presumibilmente frammenti di oro. Le indagini proseguono per stabilire se la banda sia responsabile di altri furti.