11 dicembre 2017
Aggiornato 18:00
Politica

Querelle Fassino-Appendino: «Un padre di famiglia non fa mutui che i figli non possono pagare»

All'indomani della presentazione del piano di rientro Appendino ha cercato di chiarire ai cittadini, durante due dirette Facebook, la differenza tra piano di rientro e predissesto

Piero Fassino - Chiara Appendino (© Facebook)

TORINO - «E' vero che chi è arrivato prima di noi ha fatto degli investimenti, ma il ragionamento di un amministratore deve essere quello del buon padre di famiglia: io faccio un investimento solo se sono certo che chi arriverà dopo sara' in grado di pagare la quota di mutuo» spiega la prima cittadina Chiara Appendino in un video girato mentre era in viaggio verso Roma, dove discuterà dei mondiali di pallavolo che si terranno a Torino nel 2018. «E' molto più facile spendere che tagliare, ma un amministratore deve sempre fare una scelta di medio-lungo periodo» ha risposto così la prima cittadina agli ex sindaci di sinistra che hanno difeso le loro scelte in tema di bilancio, primo fra tutti Piero Fassino.

APPENDINO - All'indomani della presentazione del piano di rientro Appendino ha cercato di chiarire ai cittadini, durante due dirette Facebook, la differenza tra questo e l'alternativa del predissesto. «Abbiamo fatto una scelta coraggiosa e politicamente molto più difficile: fare un piano di rientro. Avremmo potuto scegliere la strada del predissesto» spiega Appendino «così sarebbe stato più chiaro per tutti di chi sono le responsabilità della situazione attuale. Sviluppare un piano di rientro è una scelta di grandissima responsabilità, che significa che noi nei prossimi 4 anni dovremmo ridurre la spesa di 80 milioni di euro. E lo facciamo perché noi ci assumiamo le nostre responsabilità».

TAGLI - «Il predissesto ci avrebbe obbligato a tagliare in modo lineare» continua la sindaca mettendo l'accento sull'importanza della discrezionalità politica dei tagli, «abbiamo deciso di tenerci un margine per fare i tagli in modo da stare più vicino alle fasce piu' deboli. E' un piano che facciamo per dare un futuro alla nostra città». La prima cittadina passa poi a parlare di multe e strisce blu: «Il piano non si basa solo sulle multe e se queste aumentano è una questione di educazione civica dei cittadini» ha concluso Appendino, pizzacata in auto senza cintura durante il video.