21 ottobre 2017
Aggiornato 14:00
Parco della Salute

Via libera per il nuovo Parco della Salute, Saitta: «Entro il 2018 partirà la gara d'appalto»

E' un momento davvero importante per il nuovo polo ospedaliero che sorgerà, secondo quanto previsto, in zona Lingotto. Arriva il via libera da parte della Conferenza dei Servizi

Antonio Saitta (© Diario di Torino)

TORINO - Via libera da parte della Conferenza dei Servizi all'accordo di programma (e alla variante urbanistica) necessari alla realizzazione del nuovo Parco della Salute e della Scienza di Torino. Lo hanno sottoscritto oggi i rappresentanti di Regione Piemonte, Comune di Torino, Città della Salute e della Scienza, Università e Fs Sistemi Urbani. Ora il documento dovrà essere approvato entro un mese in Consiglio Comunale. «Abbiamo rispettato i tempi del crono-programma concordato dopo l'approvazione dello studio di fattibilità», sottolinea l'assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta, presente oggi a questo importante passo del Parco della Salute. 

SALUTE - E' un momento davvero importante per il nuovo polo ospedaliero che sorgerà, secondo quanto previsto, in zona Lingotto. «Avere sicurezze sulla variante urbanistica e sulla realizzazione delle bonifiche» ha spiegato Saitta, «dà certezze ai privati intenzionati a investire e consente di risparmiare sui tempi di realizzazione perché il privato inizierà a essere remunerato solo a opera completata». L'impegno dei privati nel finanziamento appare infatti come un punto cardine dell'intero di un progetto così ambizioso. Cosa ne sarà dei vecchi ospedali? Tra Molinette, Regina Margherita, Sant'Anna e CTO resterà attivo solo quest'ultimo. «Contiamo entro il 2018 di effettuare la gara d'appalto e di affidare effettivamente all'impresa vincitrice la realizzazione dell'opera», conclude Saitta.