21 ottobre 2017
Aggiornato 14:00
Cronaca

Rapina la farmacia con un coltellaccio: incastrato dal tatuaggio di un'aquila

L’uomo, un 43enne residente a Torino, ha colpito una farmacia mascherandosi con un casco e gli occhiali da sole. A tradirlo è stato un tatuaggio sul braccio

TORINO - Decidere di farsi un tatuaggio dovrebbe essere sempre una scelta ponderata, mostrarlo senza alcuna esitazione potrebbe rappresentare un problema soprattutto se si decide di commettere una rapina. Lo sa bene A.L., 43 anni, residente a Torino, che lo scorso 5 settembre ha effettuato un colpo in una farmacia di piazza Respighi.

LE INDAGINI - L’uomo, insieme a un complice, è entrato all’interno della farmacia coperto da un casco e da un paio di occhiali da sole. Armato di un coltellaccio, si è diretto verso la cassa e dopo aver minacciato dipendenti e clienti, a portato via 2800 euro. Pensava di farla franca, ma la maglietta a maniche corte lo ha tradito: visionando le immagini di videosorveglianza, i carabinieri della Stazione Regio Parco hanno notato un tatuaggio che ha permesso loro di identificare il rapinatore. Il 43enne è stato incastrato dai carabinieri, mentre il complice denunciato a piede libero. Proseguono le indagini per stabilire se l’uomo sia responsabile di altre rapine.