7 aprile 2020
Aggiornato 21:00
Torino - Ceres

Arriva la noise manager in corso Grosseto: «Per i rumori chiamate me» 

SCR ha illustrato oggi, venerdì 6 ottobre, le misure di prescrizione di carattere ambientale del cantiere della Torino - Ceres e, parlando di inquinamento acustico, ha spiegato le funzioni della figura della «noise manager».  

TORINO - Il cantiere per la costruzione della linea ferroviaria Torino-Ceres è al calcio d'inizio: le prime fasi di demolizione del cavalcavia di corso Grosseto partiranno dalla prossima settimana e, di pari passo, si intensificano le preoccupazioni dei residenti, in particolar modo in relazione al problema del rumore. Sergio Manto, portavoce di SCR Piemonte, ha illustrato oggi, venerdì 6 ottobre, le misure di prescrizione di carattere ambientale del cantiere e, parlando di inquinamento acustico, ha spiegato le funzioni della figura del «noise manager».  

NOISE MANAGER - Letteralmente "gestore del rumore"; praticamente il noise manager del cantiere della Torino - Ceres andrà a colmare il vuoto esistente tra chi svolge i lavori e i cittadini. «Abbiamo voluto una figura che potesse interfacciarsi con i cittadini per tutte quelle problematiche relative all'inquinamento acustico» ha spiegato Manto. Una sorta di anello di congiunzione tra la popolazione che quotidianamente, per i prossimi 36 mesi, convivrà con il cantiere e l'azienda che svolge i lavori. Questo delicatissimo compito è stato affidato alla dottoressa Rosamaria Miraglino che dialogherà con tutti gli attori in campo al momento della costruzione, solo ed esclusivamente di questioni di inquinamento acustico. Come? Verrà messo a disposizione dei cittadini un indirizzo e mail (o un numero di telefono diretto) che potranno utilizzare per rivolgere alla noise manager lamentele relative al rumore del cantiere, ammesso che vi siano. 

PARTECIPAZIONE - La partecipazione dei cittadini non si esaurisce però certo ai temi legati al frastuono. Il consigliere comunale Damiano Carretto ha sottolineato la necessità di istituire un tavolo di lavoro che dia la parola anche ad associazioni e commercianti e non solo alle istituzioni, di modo da lasciar emergere tutta la gamma di piccole/medie problematiche che, segnalate per tempo, potranno essere risolte più agilmente. Allo stesso modo il presidente di circoscrizione V, Marco Novello, ha già avviato un dialogo con la popolazione attraverso una commissione aperta al pubblico e fissando incontri futuri con i cittadini.