11 dicembre 2017
Aggiornato 12:33
Cronaca

Folle inseguimento in via Fabrizi: ladri fermati dopo un colpo a «Profumerie Limoni»

I malviventi, intorno alle 04:30, hanno spaccato la vetrata del negozio e sono scappati a bordo di un’auto. Allarme nel quartiere per una serie di crimini sempre più preoccupante

Il furto è avvenuto alla «Profumeria Limoni» (© Diario di Torino)

TORINO - Un furto in piena notte, un inseguimento a folle velocità e l’arresto di tre malviventi. Non è un episodio di «Guardie e Ladri» ma quanto accaduto nella notte tra lunedì e martedì in via Nicola Fabrizi dove un commando di quattro malviventi ha spaccato la vetrina di «Profumerie Limoni», rubato 300 confezioni di profumo e ha dato vita a un inseguimento con le volanti della polizia. Durante la fuga, i ladri hanno scaricato un estintore verso la polizia.

L’INSEGUIMENTO - Tutto è nato poco dopo le 04:30, quando è stato segnalato un furto in atto nella profumeria. La Volante giunta sul posto ha notato alcune persone incappucciate e la vetrata del negozio spaccata. Alla vista dei poliziotti, i ladri sono saliti a bordo di una Land Rover Discovery e si sono dati alla fuga: nel corso dell’inseguimento, braccati dalla polizia, hanno nebulizzato polvere di estintore verso l’auto delle forze dell’ordine, riuscendo in un primo momento a far perdere le proprie tracce. Poco dopo una delle altre pattuglie inviate in zona ha notato l’auto dei ladri parcheggiata in corso Lecce, su ciglio della strada. A quel punto i quattro soggetti hanno tentato una fuga a piedi per le vie limitrofe ma tre di loro sono stati fermati: si tratta di tre cittadini rumeni di 28, 35 e 36 anni.

GLI ARRESTI - Nell’automobile recuperata, risultata a fine settembre, è stata rinvenuta la refurtiva appena trafugata: 300 confezioni di profumo per un valore commerciale di 21.000 euro circa. A casa del 35enne e del 36enne inoltre, gli agenti hanno trovato numerosa merce di probabile provento furtivo: prodotti di profumeria, bottiglie di vino pregiate, occhiali da sole e capi di abbigliamento di marca. Dai controlli effettuati su questi ultimi, è emerso che questi erano parte della merce rubata il 21 settembre scorso da un negozio di moda di Banchette. Tutti i soggetti sono stati arrestati per rapina e denunciati per ricettazione. Il trentacinquenne è stato arrestato anche per la resistenza opposta agli agenti quando è stato fermato. In tanti, nonostante l'ora tarda, hanno segnalato i forti rumori del furto. Borgo Campidoglio intanto si interroga per una serie di furti e crimini sempre più preoccupante.

Un dettaglio della vetrata rotta

Un dettaglio della vetrata rotta (© Diario di Torino)