11 dicembre 2017
Aggiornato 12:37
Luci d'Artista

«Le luci d’artista? Anche in periferia»: la proposta arriva da via Stradella

L’iniziativa permetterebbe di sostenere in maniera concreta il locale commercio di vicinato e di compensare i disagi dell’abbattimento del cavalcavia di corso Grosseto

Luci d'Artista in via Stradella: la proposta dei commercianti (© Mihai Bursuc)

TORINO - A Torino il periodo natalizio coincide con le luci e i colori delle «Luci d’Artista». Provate a immaginare questo scenario: e se invece di vedere le installazioni luminose solo ed esclusivamente in centro città, la magia delle luci d’arista arrivasse fino in periferia? In via Stradella, per esempio.

LA PROPOSTA - La richiesta dei commercianti della Circoscrizione 5, appoggiata dai Moderati, è più o meno questa: portare la magia del Natale anche in via Stradella, una delle vie che maggiormente sta subendo il caos generato dal cantiere per l’abbattimento del cavalcavia di corso Grosseto. Illuminare la via permetterebbe al Comune di «risarcire» i commercianti, o comunque di compensarne in parte i disagi. Confesercenti ha già espresso la propria approvazione nei confronti di questa proposta. «Portare un po’ di centro in periferia sia un intento politico di questa amministrazione» afferma Silvio Magliano. «I commercianti non sono mai stati invitati a un tavolo di cantiere, la tenuta commerciale e sociale della zona è a rischio. Illuminare da fine ottobre a fine gennaio via Stradella sarebbe un modo per sostenere il commercio locale e di vicinato» conclude il capogruppo dei Moderati.