Svelato il giallo degli aghi sparati sui passanti, fermati quattro giovanissimi

Pare che i colpiti fossero stati scelti a caso tra le persone incrociate nella zona tra piazza Rivoli e corso Lecce mentre si trovavano in auto. Nessuno di questi ha riportato infezioni

Svelato il giallo degli aghi sparati sui passanti
Svelato il giallo degli aghi sparati sui passanti (Diario di Torino)

TORINO - La Squadra Mobile di Torino ha identificato e denunciato i quattro giovani che nella sera del 25 settembre hanno ferito alcuni passanti sparandogli contro dei grossi aghi. I giovani sono accusati di avere ferito cinque persone, una delle quali alla nuca. I racconti delle vittime sono molto simili tra loro: un dolore improvviso al braccio o al polpaccio e l’incredulità di trovarsi un ago conficcato nella pelle. Pare che i colpiti fossero stati scelti a caso tra le persone incrociate nella zona tra piazza Rivoli e corso Lecce mentre si trovavano in auto. Nessuno di questi ha riportato infezioni.  

AGHI -  A casa dei giovani, gli investigatori della Questura di Torino hanno sequestrato alcuni dardi e delle sagome di cartone che probabilmente utilizzavano per allenarsi. Tra le vittime, a quanto si apprende, c'è anche un medico che si occupa di agopuntura. Inizialmente si è pensato che gli aghi sparati fossero medici, di quelli usati per le iniezioni peridurali, dettaglio categoricamente escluso in seguito. La bravata dei quattro è avvenuta a bordo di una Toyota Yaris e di un Porsche Cayenne.