21 ottobre 2017
Aggiornato 14:00
Cronaca

Armato di coltello rapina i market e fugge in taxi: preso il terrore dei supermercati

Una volta effettuato il colpo, il rapinatore si prendeva il lusso di fuggire in taxi. «Ho perso il lavoro e ho troppi debiti» ha detto l’uomo ai carabinieri

TORINO - Una rapinatore che fugge in taxi dopo aver effettuato un colpo probabilmente non si era mai visto. Eppure è proprio quello che hanno scoperto i carabinieri della Compagnia Oltre Dora di Torino dopo aver preso Giuseppe C., 38 anni, vero e proprio «incubo» dei supermercato torinesi. Il rapinatore è ritenuto responsabile di cinque rapine in meno di un mese.

LA FUGA IN TAXI - Il modus operandi? Sempre lo stesso: l’uomo, incensurato, entrava nei market e dopo aver minacciato i cassieri con un coltello usciva dall’esercizio commerciale. Invece di fuggire a piedi o in auto, il rapinatore si concedeva il lusso di chiamare un taxi, di aspettarlo e di far perdere così le proprie tracce. Durante le rapine indossava sempre un paio di bermuda di colore giallo. «Sono un camionista che ha perso il lavoro e i debiti accumulati negli anni mi hanno costretto a diventare un rapinatore» ha detto ai militari che gli hanno notificato il provvedimento. Oltre alle 5 rapine accertate, il malvivente potrebbe aver commesso altri crimini: sono in corso le indagini per accertare tutte le sue responsabilità.

LE RAPINE - L'elenco delle rapine effettuate:
- 14 agosto 2017: supermercato Ekom, in via Gressoney 3/a, impossessandosi di 340 euro;
- 19 agosto 2017: supermercato Prestofresco, in via Clemente 27, impossessandosi di 1.384 euro;
- 23 agosto: supermercato Borello, in via Cappellina 4, impossessandosi di 360 euro;
- 28 agosto: supermercato Pam local, in via Montebello 21, impossessandosi di 500 euro;
- 2 settembre: supermercato In’s, in corso Grosseto 58, impossessandosi di 325 euro.