21 ottobre 2017
Aggiornato 14:00
Eventi

Torino, 6 eventi da non perdere giovedì 12 ottobre

L'appuntamento con uno dei più famosi stilisti italiani, una cena fuori dal comune oppure un cinema da vedere proprio come una volta. Tutto questo e molto altro vi attende in città. Ecco gli appuntamenti da perdere

Torino, gli eventi da non perdere giovedì 12 ottobre (© RossHelen - shutterstock.com)

TORINO – Un giovedì variegato quello torinese con appuntamenti con la moda, la cultura, la musica ma anche con un modo particolare di scoprire i sapori. Ecco i nostri consigli

Mostre preziose
200 oggetti-gioiello ripercorrono la vicenda creativa di Ganfranco Ferrè. Spille, collane, cinture, anelli, bracciali, monili realizzati per sfilate dal 1980 al 2007, raccontati come complemento dell’abito e suo accessorio, ma esposti - a Palazzo Madama - Sala del Senato dal 12 ottobre al 19 febbraio - insieme ad alcuni capi in cui è proprio la materia gioiello a inventare e costruire l’abito, diventandone sostanza e anima. Per Gianfranco Ferré l’ornamento è stata sempre una passione, legata in modo inscindibile alle collezioni moda e risultato di un approccio appassionato e spesso innovativo. L’attenzione ai materiali è determinante, come parte essenziale della sua ricerca. Il progetto espositivo, realizzato da Franco Raggi, gioca sul contrasto tra la Sala del Senato di Palazzo Madama, ambiente di immenso pregio architettonico, e le strutture minimaliste ed essenziali in ferro e vetro dell’allestimento, mettendo in risalto la fantasiosa bellezza dei gioielli che sembrano librarsi in volo nella penombra. Scrive la curatrice della mostra Francesca Alfano Miglietti: «Per Ferré l’ornamento non è il figlio minore di un prezioso, ma un concetto di eternità che deve rappresentare l’immanenza del presente». Info e prezzi: 011 4433501, www.palazzomadamatorino.it, palazzomadama@fondazionetorinomusei.it

Gusto e sociale
Alle 19.30, presso la Sala Savoia, Eataly Lingotto ospita, in occasione della Giornata Mondiale della Vista 2017, un percorso sensoriale realizzato in collaborazione con l'Asd Polisportiva Uici Unione Italiana dei Ciechi e Ipovedenti Torino Onlus. La Giornata Mondiale della Vista si svolge ogni anno il secondo giovedì di ottobre e focalizza l'attenzione globale sulla cecità, sul deficit visivo e sulla riabilitazione dei non vedenti. È l'evento principale per la prevenzione della cecità che si inquadra anche nell'ambito del progetto «Vision 2020: The Right to Sight», creato dall'Oms - Organizzazione Mondiale della Sanità e dall'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità. Durante la serata bisognerà usare olfatto, gusto e tatto, per un menu completo da gustare mettendo alla prova i sensi. Ci si immergerà nel buio più totale per capire quanto la vista giochi un ruolo fondamentale nella  vita quotidiana, influenzandone le scelte che facciamo anche inconsapevolmente. Al primo impatto, il buio potrà sembrare una condizione difficile da sopportare, ma in poco tempo si potrà scoprire come la situazione possa diventare una... sorpresa.
Per info e prenotazioni: www.eataly.it, 011 19506801.

Torino graphic day opening party
Dal 12 al 15 ottobre, al Toolbox Coworking (Via Agostino da Montefeltro, 2) il festival sarà una vera e propria maratona di appuntamenti imperdibili: un fitto calendario di workshop, conferenze, performance e mostre con ospiti internazionali a cui si aggiungeranno, durante il week-end, una mostra mercato performativa e uno spazio dedicato ai festival legati al visual design. L’ingresso al festival è a offerta libera: le donazioni dei visitatori verranno utilizzate per supportare le attività proposte dall’organizzazione e le future edizioni della manifestazione. Giovedì 12 ottobre il collettivo torinese «Project-TO» formato dallo sperimentatore sonoro Riccardo Mazza e dalla fotografa e videomaker Laura Pol, a meno di un anno dal debutto del loro primo album «The White Side, The Black Side», presenta il nuovo lavoro «Black Revised». Si tratta di una versione completamente rivisitata in chiave techno-ambient-sperimentale dei brani che compongono «The Black Side» e per la quale sono stati utilizzati in modo massiccio sintetizzatori analogici. Verrà eseguito in tempo reale durante il live anche il visual che nasce da una ricerca fotografica di Laura Pol sul concetto di spazio e di tempo e che trasporterà l’ascoltatore in una dimensione dark, ipnotica e immersiva. L’album pubblicato in Vinile 12», Cd e Digital sarà ufficialmente rilasciato il 9 novembre 2017. Esposizione Fotografie di Laura Pol. Per informazioni: www.graphicdays.it.

111 luoghi di Torino
Alla libreria La Montagna (via Sacchi 28 bis) la presentazione del libro «111 luoghi di Torino che devi proprio scoprire» di Maurizio Francesconi e Alessandro Martini – Emons Edizioni ed incontro con gli autori. «Siamo sicuri che la penna Bic sia francese? Cosa c’entrano Gramsci e la Fiat? Si può viaggiare su una dentiera? Romana, un po’ rinascimentale, poi barocca, liberty e contemporanea, aristocratica e operaia, tecnologica e magica, Torino è da sempre La Capitale: dei Savoia, d’Italia, delle Alpi, del lavoro. Tra piole e caffè storici, architetti visionari e imprenditori illuminati, questa guida racconta 111 Torino diverse, luoghi, storie e persone». Ingresso libero, seguirà aperitivo.

Al cinema come una volta
Al Fuori Servizio (via San Quintino 3 bis g) la proiezione del film «Il fantasma dell'opera» con accompagnamento musicale di pianoforte di Andrea Cavallo . Il Fuori Servizio propone una rassegna di film proiettati come una volta, ovvero con la colonna sonora suonata dal vivo.

Danza
Al Teatro Vittoria (Via A. Gramsci 4) alle 21, in scena lo spettacolo «Interscambi», una sezione imprescindibile della Stagione «Ipuntidanza» perché vede l’impegno della Fondazione e delle Compagnie che la rappresentano nell’organizzare sempre nuovi scambi culturali con compagnie italiane e straniere. All'interno della serata interviene anche la Compagnia Egribiancodanza Oplas Crdu con «Io non muoio» una performance creata appositamente per il 40mo dalla scomparsa di Pasolini (ed inserita dal MiBACT nel cartellone ufficiale delle manifestazioni), rappresenta una riflessione quasi didascalica sulle atrocità subite dall'intellettuale nel momento in cui venne ucciso, il quale ci ha lasciato in eredità un'analisi spietata e quanto mai veritiera del panorama politico di quegli anni, nonché attualissima per i giorni nostri. Si tratta di una performance estremamente fisica, a tratti crudele, capace di generare un forte sentimento di rabbia e dolore: un atto doveroso a favore di chi ha dato la propria vita in nome della verità e della giustizia sociale Luca Bruni ha ricevuto il Premio Tersicore 2017 al Premio Internazionale Le Muse. Info e prenotazioni: 366 4308040, promozione@egridanza.com, www.egridanza.com.