11 dicembre 2017
Aggiornato 12:33
Alta cucina

Dopo Cannavacciuolo un altro grande chef stellato apre a Torino, ecco chi è 

L'arrivo a Torino di Bottura, considerato il maestro indiscusso della cucina creativa, è stato anticipato da Alberto Sacco, assessore al Commercio della Città di Torino

Massimo Bottura arriva a Torino (© Diario di Torino)

TORINO - Un altro big della ristorazione sbarca a Torino: è Massimo Bottura, l'eccezionale chef dell'Osteria Francescana di Modena, tre stelle Michelin e secondo ristorante al mondo nel 2017 (primo nel 2016) per il prestigioso '50 Best Restaurants'. Stando alle prime indiscrezioni lo chef avrebbe già identificato la location adatta per la sua prossima apertura, un'indizio, si tratta di un quartiere periferico già interessato a un piano di riqualificazione. 

BOTTURA - L'arrivo a Torino di Gourmet Food FestivalBottura, considerato il maestro indiscusso della cucina creativa, è stato anticipato da Alberto Sacco, assessore al Commercio della Città di Torino, durante la conferenza stama di presentazione di Gourmet Food Festival, la kermesse per la 'cultura' del cibo organizzata da Gambero Rosso e Gl Events che si terrà al Lingotto dal 17 al 19 novembre. Bottura si aggiunge così ad Antonino Cannavacciuolo che ha appena aperto il suo Bistrot in zona pre-collinare e Ferran Adrià che, all'inizio del 2018, aprirà il ristorante gourmet "Condividere by Lavazza"alla 'Nuvola', il nuovo headquarter della storica azienda di caffè. Prosegue così la lunga e illustre lista di grandi nomi dell'alta cucina che hanno scelto Torino per aprire i loro locali. Per citarne due solamente, Matteo Baronetto alla guida del Cambio e Davide Scabin, l'incredibile chef del Combal.Zero.