21 ottobre 2017
Aggiornato 14:00
Dalla Soprintendenza

New jersey sicuri ma brutti: al via la sostituzione in piazza San Carlo, potatura in via Roma

Già nella giornata di oggi ci potrebbe essere un sopralluogo con la Questura per la sostituzione delle grigie barriere con delle fioriere più gradevoli all’occhio e più in sintonia con le prospettive perpendicolari e con gli assi prospettici della città di Torino

New Jersey e fioriere in centro città (© Diario di Torino)

TORINO - Saranno anche sicuri ma sono brutti e, stonando con le prospettive perpendicolari e con gli assi prospettici della città di Torino, dovranno essere sostituiti. La Soprintendente Luisa Papotti ha avuto un incontro con gli assessori all’Urbanistica Guido Montanari e alla Cultura Francesca Leon in cui si è parlato proprio dell’estetica dei new jersey piazzati in piazza San Carlo tra le due chiese, quello di piazza Carlo Alberto e quelli in piazza Castello. Dovranno essere sostituiti e, considerato che al momento ancora non è stato possibile renderli più gradevoli alla vista nonostante l’Accademia delle Belle Arti si fosse fatta avanti per prendersene cura, dovrà essere fatto anche con una certa urgenza.

OGGI I LAVORI - E’ possibile che già nella giornata di oggi gli operai incaricati dal Comune sostituiscano i new jersey di piazza San Carlo e piazza Carlo Alberto con fioriere e piante. Per non intaccare la sicurezza, prima di ogni intervento verrà fatto un sopralluogo con la Questura che darà l’approvazione per la sostituzione. Più complesso invece il discorso di piazza Castello dove esiste un problema di risorse essendoci quasi un chilometro di new jersey. Per questa piazza la Soprintendente Papotti ha fatto sapere che sarà trovata una soluzione alternativa.

VIA ROMA SFOLTITA - Se gli antiestetici new jersey saranno sostituiti da fioriere, in via Roma, dove queste sono già presenti, ci dovrà essere ugualmente un intervento per migliorare l’armonia con il resto del centro cittadino. La necessità è quella di potare tutte le piante perché ormai risultano troppo cresciute e risultano troppo impattanti con i «coni visuali» barocchi del centro storico. Lo sfoltimento le renderà più tondeggianti.