21 ottobre 2017
Aggiornato 21:00
Cronaca

Acqua marrone dai rubinetti delle case di Nichelino: «Noi ora come cuciniamo?»

Pare che il disguido sia riconducibile a un guasto alle tubature dell'acqua avvenuto in via Verna. Il problema è apparso fin da subito molto serio e ha coinvolto una grande fetta di popolazione

Acqua marrone dai rubinetti delle case di Nichelino (© ‎Monica Biancoviola‎ - ‎Ivan Pelle‎)

TORINO - Acqua marrone e disgustosa è apparsa fin dal pomeriggio di ieri, mercoledì 11 ottobre, in oltre metà delle case di Nichelino. Il motivo? Pare che il disguido sia riconducibile a un guasto alle tubature dell'acqua avvenuto in via Verna. Il problema è apparso fin da subito molto serio e ha coinvolto una grande fetta di popolazione: si parla di circa il 60% delle abitazioni per un totale di approssimativo di 30mila persone. 

ACQUA - «A causa dell'improvvisa rottura di una conduttura dell'acqua potabile, avvenuta verso le 16.30, in città manca l'acqua in diverse zone. I tecnici sono al lavoro e, se non subentreranno ulteriori imprevisti, il guasto verrà riparato in poco più di un'ora» avevano annunciato dal Comune di Nichelino, rimasto anch'esso senz'acqua, così come il Comando della polizia municipale. «Vista la gravità del danno, il disservizio è durato relativamente poco» fanno sapere i tecnici di SMAT che hanno lavorato no stop fino alle 4 di mattina sul guasto. A essersi rotta è stata una condotta adduttiva di 300ml di diametro, una tubatura strutturale che trasporta dall'acquedotto alla città. Sebbene il problema sia stato risolto in circa due ore tuttavia, ancora nella mattina di oggi, giovedì 12 ottobre, alcuni residenti denunciano la presenza di acqua marrone che fuoriesce dai rubinetti di casa.

MARRONE - «La presenza di elementi torbidi nell'acqua non deve allarmare» dicono da SMAT, «lasciando scorrere l'acqua si dissolvono e sono sintomo del fatto che si sta operando sulla tubatura. Chiudere e riaprire le valvole di intercettazione per permettere ai tecnici di operare, smuove l'acqua che si intorbidisce». La grande portata della condotta è la ragione principale delle particolari difficoltà operative.