12 dicembre 2018
Aggiornato 20:30

Eventi a Torino, 6 cose da fare giovedì 26 ottobre

L'arte contemporanea è al centro di questa giornata. Non mancheranno anche appuntamenti in musica a teatro e tanto altro. Ecco tutto quello che c'è da sapere per non perdersi il meglio
Torino, 6 cose da fare giovedì 26 ottobre
Torino, 6 cose da fare giovedì 26 ottobre (Shutterstock.com)

TORINO – Inizia ufficialmente la settimana dedicata all'arte contemporanea con tanti eventi dedicati ma non mancheranno appuntamenti con la musica, il teatro e molto altro. Ecco i nostri consigli per non perdere il meglio.

Musica d'autore
All'Hiroshima mon amour, Cristina Donà celebra i suoi 20 anni di carriera con il tour «Tregua 1997-2017 stelle buone», dedicato al suo primo album «Tregua». Venti anni fa Cristina Donà emerse dal trasversale e ricco mondo della nuova musica milanese dei primi anni '90. Il suo primo album «Tregua» deflagrò nella scena musicale di quel periodo come una novità assoluta. Un esordio sorprendente destinato a diventare un punto di riferimento, e non solo al femminile, per il rock di matrice mediterranea. Otto album, centinaia di concerti in Italia e in Europa, sono il lascito di Cristina Donà alla musica in tante diverse versioni di se stessa, trasformista nella continuità: raramente si può applicare ad un’artista questa idea come con lei, anche grazie alle indimenticabili performance dal vivo. E’ così che Cristina ha dato vita ad un lungo e felice percorso artistico di cantautrice, che la distingue nel panorama musicale contemporaneo. Per informazioni: www.hiroshimamonamour.org.

Mostre sotterranee
Prima personale in Italia dell'artista francese Clémence de La Tour du Pin. La mostra sarà allestita a 13 metri di profondità, nelle gallerie e negli ambienti della Fortezza Sotterranea del Pastiss, costruita nel XVI Secolo per volontà del Duca Emanuele Filiberto di Savoia. Rimasto sepolto da allora, lo spazio sarà per la prima volta aperto al pubblico in occasione della mostra curata da Treti Galaxie. La Tour du Pin concepisce la rete labirintica dei tunnel del Pastiss come un'architettura intrauterina, che paragona alla parte inconscia della città di Torino, con le sue anime dimenticate, i suoi desideri e le sue fobie nascoste. Per «sept préludes» l'artista ha sviluppato un particolare percorso di visita nelle profondità della fortezza, con interventi installativi, elementi immaginari e sistemi per campionamenti gassosi. In questa esplorazione psicogeografica dello spazio i visitatori sono stimolati a sviluppare un'alternativa consapevolezza del paesaggio sotterraneo attraverso un'immersione sensoriale e tour guidati da una narrazione non lineare. L'artista ha assemblato, in alcuni dei punti più profondi delle gallerie, sistemi filtranti per estrarre e catturare campioni di ombre e impurità preservati dall'atmosfera del luogo. Ingresso gratuito ed esclusivamente su prenotazione, fino a esaurimento posti (massimo 12 persone per turno). Il 26 e 27 ottobre dalle 17 alle 19. Per informazioni e prenotazioni: info@tretigalaxie.com.

Teatro
La terza Stagione «Tpe», presenta, tra ottobre 2017 e maggio 2018, un cartellone fitto di proposte, classici, innovazione, danza e circo contemporaneo, dedicate all'affezionato pubblico di abbonati e spettatori in continua crescita. Quindici produzioni, di cui dodici al debutto, quarantadue spettacoli per oltre centosettanta alzate di sipario in quattro location, tra cui la Reggia di Venaria, già protagonista, negli anni nel programma del Festival Teatro a Corte. Lavanderia a Vapore di Collegno è ormai consolidata scelta per diversi spettacoli proposti nell'ambito della rassegna «Palcoscenico Danza»: un segnale di sinergia con le realtà più affini sul territorio. Dal 26 al 29 ottobre in scena «L'instinct du desequilibre» con Brun, Fnico Feldmann, Itamar Glucksmann, Alys Marchi. Per informazioni: 011 5634352, www.fondazionetpe.it.

Arte
La storica palazzina della Società Promotrice delle Belle Arti in Torino ospiterà APA/RT un evento dedicato all’ arte e all’ antiquariato organizzato dall'Associazione Piemontese Antiquari A.P.A. La partecipazione sarà aperta oltre che ai soci anche a gallerie di antiquariato e arte moderna non piemontesi ed ospiterà artisti contemporanei di fama. Quest’iniziativa si collocherà in un periodo estremamente interessante per la città introducendo la settimana dedicata alle arti. APA/RT non è solo una mostra, ma un vero e proprio viaggio nell'arte, un viaggio sia nel tempo che nello spazio offerto da 36 galleristi Italiani ed Europei che esporranno le loro migliori opere d'arte antica, moderna e contemporanea. Special Guest Philippe Daverioche sarà ospite sabato 28 ottobre. Per informazioni: associazionepiemonteseantiquari@email.com, 011 9550271, 335 6311865, 0116615252.

Arte contemporanea
«Nesxt» durante la settimana di Contemporary Art Torino Piemonte 2017 promuove un festival diffuso sul territorio dal 26 ottobre al 5 novembre, che mette in luce la città con tutto il suo tessuto creativo e produttivo legato all’esperienza artistica.Insieme un programma di live, performance e talk con artisti internazionali che animerà il circuito per due settimane, fino al 5 novembre 2017, con un concetto di opera aperto a qualsiasi esperimento e contaminazione. Punto di riferimento sarà l’head quarter di «Nesxt», ospitato quest’anno in un grande spazio nel Quadrilatero, all’angolo tra via Santa Chiara e via Bellezia, che presenterà eventi diversi e che fungerà da base per tutta la rete. Il progetto di webradio indipendente «Radio Papesse» durante le giornate de festival svilupperà un lavoro sonoro sul linguaggio dell'indipendenza. In collaborazione con «Artribune», media partner di «Nesxt», è stato istituito un premio che durante le giornate del festival selezioneruà uno spazio indipendente a cui verrà dedicato un focus sulle pagine del magazine di gennaio 2018. Sito web: www.nesxt.org, info@nesxt.org.

Jazz e dintorni
Il 26 ottobre alle 21.30 Al Jazz Club sul palco Eugenio Rodondi. E’ finita l’estate. Così dice Eugenio Rodondi nella prima traccia del disco. Per chi lo dice? Per tutte le persone che sono state innamorate, è una amara consapevolezza. Per chi è innamorato, un dubbio. Per chi lo sarà, un ammonimento. Me, te, lei.. e tutta l’altra serie di pronomi personali che inquadrano le relazioni in quel complesso sistema di emozioni, fra entusiasmi e progetti, tradimenti e addii, temporanei o a tempo indeterminato che siano. Un viaggio in treno, uno sguardo rubato dal finestrino, un temporale che rigenera tutto. Seguitemi che io mi perdo. «D'un tratto» è il terzo album del cantautore torinese.