24 settembre 2019
Aggiornato 10:30
Dimissioni Giordana

Dimissioni braccio destro di Appendino, il Pd: «Apprezzabile la scelta, ma non è la soluzione»

Parla il neo segretario metropolitano del Pd, Mimmo Carretta. Se da un lato è stata apprezzata la decisione di Paolo Giordana, dall’altra c’è il pensiero all’amministrazione della Città da parte della Giunta Appendino
Chiara Appendino con Paolo Giordana
Chiara Appendino con Paolo Giordana ANSA

TORINO - Si è affidato a un comunicato stampa il neo segretario del Pd, nonché consigliere comunale, Mimmo Carretta per dire la sua e l’opinione del Partito Democratico riguardo le dimissioni di Paolo Giordana, il braccio destro della sindaca Chiara Appendino intercettato mentre chiedeva e otteneva la cancellazione di una multa presa a bordo di un autobus da un suo amico. «Considero apprezzabile la scelta fatta da Paolo Giordana di dimettersi da capo di Gabinetto della sindaca per chiarire più liberamente la sua posizione sul piano giudiziario», scrive Carretta, «ma questa non può essere la soluzione unica al malessere che sta attraversando l’amministrazione Appendino. Non pensi la sindaca di cavarsela con la fuoriuscita di Giordana per pareggiare i conti rispetto alle controversie vicende in cui è precipitata lei e una buona parte della sua Giunta, facendo sprofondare in un palpabile senso di sfiducia la nostra comunità».