5 agosto 2020
Aggiornato 07:00
Halloween

Halloween a Torino, più di 1.000 «pizzicati» senza biglietto del treno

Appositi filtri all’imbarco nelle stazioni di Porta Nuova e Lingotto, hanno consentito di individuare circa 1150 viaggiatori sprovvisti di titolo di viaggio, i quali, per la maggior parte, hanno poi deciso di acquistare il relativo biglietto

TORINO - Anche quest’anno, gli eventi organizzati a Torino per la notte di Halloween hanno portato tantissimi giovani nel capoluogo piemontese. Tanti si sono serviti del servizio di treni, come già verificatosi nelle precedenti edizioni, e non sono mancati i disguidi. La presenza della Polfer perciò è stata potenziata non solo negli scali torinesi, specialmente Porta Nuova, Porta Susa e Lingotto, ma anche nelle altre stazioni del Piemonte, ubicate sulle direttrici ferroviarie di collegamento con la Liguria (Novi Ligure, Alessandria e Asti) e la Lombardia (Novara, Vercelli, Santhià, Chivasso). 

CONTROLLI - I numeri parlano da soli: nei giorni a cavallo dell’evento, in tutto il Piemonte e la Valle d’Aosta, i controlli hanno visto impegnate 110 pattuglie di agenti  che hanno identificato ben 748 persone, di cui 289 stranieri e 43 minori, e scortato 179 convogli. Appositi filtri all’imbarco nelle stazioni di Porta Nuova e Lingotto, hanno consentito di individuare circa 1150 viaggiatori sprovvisti di titolo di viaggio, i quali, per la maggior parte, hanno poi deciso di acquistare il relativo biglietto. L’attività di monitoraggio e prevenzione della Polfer è continuata anche nelle prime ore del mattino del 01 novembre per verificare il tranquillo deflusso dei giovani partecipanti  di ritorno verso i luoghi di residenza.