21 agosto 2018
Aggiornato 18:00

Pericolo influenza, nel Canavese aumenta l'esercito di vaccinati

Come ogni anno, il Servizio sanitario piemontese offrirà gratuitamente la vaccinazione a chi, a causa del proprio stato di salute, si trova in condizioni di maggior rischio
Vaccino antinfluenzale
Vaccino antinfluenzale (Ansa Foto)

CANAVESE - Parte oggi, lunedì 6 novembre la campagna stagionale di vaccinazione contro l’influenza, con la quale l’Assessorato regionale alla Sanità intende raggiungere il 75% dei soggetti interessati. Come ogni anno, il Servizio sanitario piemontese offrirà gratuitamente la vaccinazione a chi, a causa del proprio stato di salute, si trova in condizioni di maggior rischio: persone dai 65 anni in su; coloro che hanno tra i 6 mesi ed i 64 anni e soffrono di malattie croniche che, in caso di influenza, possono sviluppare gravi complicazioni.

INFLUENZA - La campagna ricorda che l’influenza è una malattia stagionale che rappresenta un problema di salute da non trascurare a causa dell’alto numero di persone colpite e per le possibili gravi complicanze nei soggetti a rischio. E’ quindi importante proteggersi e prendere per tempo le precauzioni necessarie. Oltre alla vaccinazione, misure efficaci per prevenire le infezioni respiratorie sono: lavarsi frequentemente le mani, coprire la bocca e il naso quando si starnutisce e tossisce, rimanere a casa nei primi giorni di malattia respiratoria febbrile per non contagiare le persone con cui si viene in contatto.

VACCINAZIONI -  Pare che, negli ultimi anni, la copertura vaccinale antinfluenzale nelle persone di età pari o superiore ai 65 anni sia scesa fino alla stagione 2015-2016 per poi aumentare lievemente nella scorsa stagione 2016-2017. In linea con i dati nazionali che hanno registrato un minimo storico nella stagione 2014-2015 (48,6%), mentre nelle ultime due stagioni sono lievemente aumentati (49,9% nella stagione 2015-2016; 52,6% nella stagione 2016-2017). Questi i dati forniti dal direttore generale Lorenzo Ardissone in quale ricorda alcuni semplici accorgimenti che aiutano a prevenire la diffusione di malattie infettive. Tra queste la più importante è rappresentata dal lavaggio frequente delle mani con acqua e sapone dopo avere tossito o starnutito oppure dopo avere frequentato luoghi o mezzi di trasporto pubblici.