20 novembre 2017
Aggiornato 18:01
Carri attrezzi

Carri attrezzi pericolosi, pugno duro del Comune: niente più infrazioni

Il Consiglio comunale ha approvato nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 13 novembre, una mozione (primo firmatario Antonio Fornari – Movimento5Stelle) che propone di regolamentare il soccorso stradale dei carri attrezzi

Immagine d'archivio (© Diario di Torino)

TORINO - Velocità elevata, mancato rispetto dei segnali stradali e dei semafori. Queste le principali violazioni del Codice della Strada imputati ai carri attrezzi torinesi, spesso in competizione tra loro per arrivare il prima possibile sul luogo dell'incidente. Nonostante nei mesi scorsi siano stati intensificati i controlli dalla polizia municipale, questi si rilevano ancora sufficienti per arginare il fenomeno. La risposta al problema arriva dal Comune di Torino.

CARRI ATTREZZI - Il Consiglio Comunale ha approvato nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 13 novembre, una mozione (primo firmatario Antonio Fornari – Movimento5Stelle) che propone di regolamentare il soccorso stradale dei carri attrezzi. La mozione chiede all’Amministrazione Appendino di promuovere un protocollo d’intesa tra il Comune e le depositerie presenti nell’elenco prefettizio (ripetendo l’esperienza di Verona). L’accordo regolamenterà le modalità di chiamata delle ditte preposte al soccorso stradale per offrire e garantire alla cittadinanza un servizio tempestivo e uniforme. Si chiede inoltre di prevedere l’esclusione dal protocollo d’intesa di operatori della stessa ditta che hanno effettuato ripetute e accertate infrazioni al Codice della strada nell’ultimo triennio.