21 novembre 2017
Aggiornato 11:00
Cronaca

La proposta a Torino: «Tari più bassa per i piccoli negozi, più alta per i centri commerciali»

La proposta del capogruppo della Lega Nord, Fabrizio Ricca, arriva dopo la notizia dell’arrivo di un nuovo supermercato in periferia: «Diminuiamo la tassa per i piccoli negozi…»

Tari più bassa per i piccoli commercianti: la proposta a Torino (© )

TORINO - Aiutare i piccoli commercianti diminuendo loro la Tari: è questa la proposta di Fabrizio Ricca, capogruppo della Lega Nord. La mozione verrà presentata al Consiglio comunale e prevede al contempo un aumento della tassa ai grandi centri commerciali e supermarket. 

LA PROPOSTA - «L’obiettivo è di abbattere almeno di 2 milioni il costo della Tari per i piccoli commercianti. Negli ultimi anni questa misura, grazie alla proposta della Lega, è stata applicata per i mercati e per gli ambulanti, ora bisogna essere più incisivi ed estendere la riduzione della tassa anche ai negozianti locali e aumentare appunto quella dei grandi centri commerciali, supermercati e ipermercati» spiega Fabrizio Ricca. Non è un caso che la proposta arrivi in questi giorni, dopo l’annuncio di un nuovo supermercato in periferia in via Bologna. E’ qui che il capogruppo della Lega Nord si riserva di lanciare una frecciatina all’amministrazione pentastellata: «Appendino in campagna elettorale aveva promesso una cosa, ora ne fa un’altra. Sono oltre una decina i supermercati che apriranno a Torino, soprattutto in periferia. Per questo propongo che ai grandi centri commerciali si aumenti la Tari: non avranno di certo problemi a pagarla».