21 novembre 2017
Aggiornato 10:33
Appuntamenti

Eventi a Torino, 7 cose da fare giovedì 16 novembre

Teatro, comicità, musica, cultura e design. Un variegato programma per questa serata torinese. Ecco tutto quello che c'è da sapere per non lasciarsi sfuggire il meglio

Torino, 7 cose da fare giovedì 16 novembre (© Marco Saracco - shutterstock.com)

TORINO – Dagli appuntamenti con il teatro, alla grande musica, passando per gli eventi dedicati alla casa del futuro per finire con gli appuntamenti culturali. Ecco qualche consiglio per la vostra serata.

Comicità
Lillo e Greg tornano in teatro con la divertentissima commedia «L'uomo che non capiva troppo», una deliziosa pièce che prende spunto dall’acclamata serie presente nella trasmissione radiofonica «6-1-0». Biglietti in vendita sul circuito Ticketone. Per informazioni: www.torinospettacoli.com.

Concerti
Allo Spazio 211, i «Lali Puna» tornano a Torino per la presentazione di «Two Windows», il nuovo album uscito l'8 settembre, a cinque anni di distanza da «Our Inventions», per l'etichetta berlinese Morr Music. Le liriche dei Lali Puna esplorano argomenti estremamente attuali, come la libertà personale, la presenza sempre più invasiva della tecnologia e la progressiva gentrificazione dei centri urbani. Un album che invita gli ascoltatori a osservare la realtà da più prospettive, le due finestre del titolo per l'appunto. Apertura porte alle 21. Per informazioni: www.hiroshimamonamour.org.

Musica d'oltre Oceano
Alle 21.30 al FolkClub, L’osannato compositore e musicista americano, titano della musica mondiale, Ralph Towner, presenta in solo il suo ultimo, splendido album realizzato in omaggio al suo grande ispiratore Bill Evans: «My Foolish Hearth».

Mostre
A Palazzo Madama la mostra «Odissee. Diasore, invasioni, migrazioni, viaggi e pellegrinaggi». L'esposizione, prendendo spunto dagli avvenimenti di scottante attualità, sviluppa il tema del viaggio e delle migrazioni attraverso un centinaio di opere provenienti da musei del territorio e nazionali, che testimoniano la condizione dinamica dell’uomo, in perenne cammino sulla Terra: reperti etnografici e archeologici, ceramiche antiche, oreficerie longobarde e gote, metalli ageminati e miniature indiane, armi e armature, avori, libri antichi, strumenti scientifici e musicali, carte geografiche, dipinti, sculture, vetri, argenti ebraici e tessuti. Per informazioni: 011 4433501, www.palazzomadamatorino.it, palazzomadama@fondazionetorinomusei.it.

Restructura 2017
All'Oval Lingotto, fino al 19 novembre, il Salone-evento dedicato all'architettura sostenibile e all'edilizia che offre una panoramica completa sulle soluzioni eco-sostenibili, le nuove tecnologie per l'efficienza energetica e la riduzione dei consumi, le energie rinnovabili e le novità su materiali, attrezzature e tecniche costruttive. Oltre alla sezione espositiva, è in programma un ricco calendario di workshop e seminari tecnici per i professionisti insieme a iniziative mirate al grande pubblico non specializzato sui temi che toccano più da vicino le scelte abitative. Per informazioni: 011 6644111, www.restructura.com.

Spettacolo
Alle 21 al Teatro Le Serre, lo spettacolo «Vertigine di Giulietta». Volo, perdita di equilibrio, continua oscillazione, tensione e spiazzamento amoroso, in una costante ricerca del movimento tra teatrodanza e discipline circensi. Nella vertigine amorosa trovano spazio 4 cerchi aerei, delle clave, degli strumenti musicali, insieme a una roue cyr, uno specchio e delle sedie: scenografia onirica e sonora, insieme alla danza e all’uso della voce, che riportano segmenti del testo di Shakespeare in una scrittura ritmica che alterna pezzi di Prokofiev e musiche live di batteria ed elettronica, eseguite da Patrizia Oliva e Stefano Giust, musicisti in scena insieme alle due attrici e ai cinque performer, danzatori e circensi, coinvolti tutti nella composizione fisica e musicale.

A teatro
Al Teatro Vittoria, lo spettacolo «Opera sentimentale». In questa storia, come in una fiaba, c’è una famiglia con un padre, una madre, un nonno e tre fratellini. La storia la scrivono i vincitori, ma, spesso, anche i sopravvissuti, quelli che restano e che, quando glielo chiedi, rispondono «è andata così». Dunque sono tre, o lo saranno, i sopravvissuti. E per loro è andata così. Una fiaba. Un’opera. Sentimentale. Lo spettacolo fa parte delle quattordici realtà, fra compagnie e autori, che compongono il sistema di spettacoli di «Concentrica 2017»: al centro Torino, con appuntamenti che coinvolgono cinque spazi cittadini, e in giro un circuito orbitante di otto luoghi teatrali, tra Piemonte e Liguria. Per info e prenotazioni: prenota@rassegnaconcentrica.net, 011 5781467.