13 agosto 2020
Aggiornato 13:30
Appuntamenti

Eventi Torino, 7 cose da fare giovedì 23 novembre

Grandi concerti, divertenti e interessanti spettacoli a teatro, appuntamenti natalizi. Il giovedì torinese si riempie di momenti stimolanti per il tempo libero. Ecco tutto quello che vi attende in città
Torino, 7 cose da fare giovedì 23 novembre
Torino, 7 cose da fare giovedì 23 novembre Shutterstock

TORINO – Un giovedì ricco di sorprese tra musica, teatro, spettacolo e molto altro. Ecco i nostri consigli per godere al meglio del vostro tempo libero.

Meg in concerto
Al Teatro della Concordia di Venaria Reale, alle 21 il «Concerto imPerfetto» di Meg. Un tour teatrale prezioso per la presentazione dell'omonimo disco. L’eclettica cantautrice partenopea torna a due anni di distanza dall’ultimo lavoro discografico. Il suo nuovo disco contiene i migliori live di Meg.

Musica a teatro
Il Teatro Colosseo ospita il violinista armeno-libanese Ara Malikian, una delle realtà musicali attualmente più coinvolgenti e interessanti del panorama europeo. Ara Malikian ha tenuto concerti in oltre 40 paesi dei cinque continenti pubblicando 40 album, con l' obiettivo di avvicinare la musica, in particolare quella classica,  a tutti i tipi di pubblico. Lo stile musicale di Ara Malikian esprime le radici armene e si commistiona alle culture araba ed ebrea, alla cultura Gitana e Kletzmer, al tango argentino e al Flamenco spagnolo. Per informazioni: teatrocolosseo.it.

Concerti
Allo Spazio 211 in concerto i «Giulia's Mother». La band pubblica a maggio del 2016, l’album di debutto «Truth», che riceve consensi unanimi sia da pubblico che critica venendo inserito tra i miglior dischi dell’anno da riviste di settore. Parte così un tour di 60 concerti che li vede suonare in Italia, Inghilterra e Scozia. A giugno 2017 danno vita al progetto «Oneriver – #seguilazattera», ossia l’attraversata del fiume più lungo d’Italia, il Po, per arrivare al mare a bordo di una zattera, costruita dalla stessa band. 6 tappe in 6 giorni per presentare alcuni brani del nuovo album «Here» con concerti e registrazioni live con ospiti come Dardust e la violoncellista Bea Zanin. Il 13 Ottobre è uscito il loro secondo Album «Here» registrato negli Studi Andromeda di Max Casacci (Subsonica) ora in tour nelle principali città italiane.

Commedia
Al Teatro Gioiello alle 21, la commedia «Un borghese piccolo piccolo» con Massimo D'Apporto. Un romanzo straordinario di Vincenzo Cerami da cui è stato tratto, in un secondo tempo, il capolavoro cinematografico di Monicelli. Il romanzo, che diverge dal film in alcuni nodi narrativi essenziali, è un ritratto di agghiacciante attualità. La peculiarità è la tinta grottesca con cui Cerami descrive le umili aspirazioni del protagonista Giovanni. La tragicommedia nella prima parte regalerà momenti di comicità a tratti esilarante. Il borghese piccolo piccolo è un uomo di provincia che lavora al ministero da oltre trent’anni; il suo più grande desiderio è quello di sistemare il figlio Mario in quello stesso ministero. Ma come ottenere una raccomandazione? Ecco l’inizio della sua ricerca disperata di una scorciatoia, in questo caso rappresentata dalla Massoneria. La raccomandazione è avvertita dalla nostra società come qualcosa di necessario per sopravvivere: forse, in fondo, non crediamo nelle pari opportunità di emancipazione sociale ed economica. Questo è lo snodo più fortemente attuale della storia messa in scena, raccontata con il sorriso che solo autori come Cerami hanno saputo e sanno regalarci. Un protagonista come Massimo Dapporto, renderà il ridicolo e il tragico nello stesso tempo, regalando un’interpretazione di grande umanità.

Spettacolo
Al Teatro Superga di Nichelino, lo spettacolo di e con Natalino Balasso e Marta Dalla Via «Delusionist» che parte da un’osservazione molto semplice: oggi, esistere, è pura performance; per incrementare la prestanza e svettare sul prossimo, l’ultima frontiera da abbattere è quella del sonno. Ci vorrebbe una pastiglia che ci permetta di essere sempre accesi. Un semplice modo per debellare l’oltraggio alla produttività fatto dal tempo passato a dormire, o sognare forse. Vito Cosmaj, capo di una piccola azienda farmaceutica in difficoltà, ha ideato «The Illusionist», una pillola che permette di stare svegli per un’intera settimana, ventiquattro ore al giorno. Vedremo Cosmaj e la sua segretaria alla ricerca di un’idea per pubblicizzare il prodotto, vedremo entrare in azione Natalino Balasso e Marta Dalla Via convocati per preparare lo spot promozionale. Vedremo sfilare una serie di personaggi di varia umanità: aspiranti musicisti, convinti declamatori, bizzarri performer, in un carosello di provini giostra della peggior quotidianità. Avrà successo l’innovativa pasticca? Riusciranno Balasso e Dalla Via a confezionare lo spot che deve muovere le masse all’acquisto? «Delusionist» è il paradosso di una impresa fallimentare di successo, dello star svegli senza essere desti, dell’essere sempre presenti a tutto eppure non esistere.

Acrobati a teatro
Al Teatro Le Serre alle 21, lo spettacolo «Lurrak». In un ambiente industriale dove regna la routine, una comunità di uomini e donne decide di partecipare a una rivoluzione contro l’assurdità del lavoro in fabbrica, gli abusi costanti, le condizioni lavorative troppo spesso prossime all’indecoroso. Tra gli ingranaggi di macchine industriali, le acrobazie di 11 performer circensi danno corpo a una storia universale in cui non manca l’umorismo, la virtuosità del circo e i caratteri dei personaggi. Uno spettacolo che è un omaggio alle differenze, alla creatività e alla poesia della vita, che trae dalla musica e dalla cultura basca le sue radici.

Per i più piccoli
Il Villaggio di Babbo Natale, «il Sogno del Natale», che lo scorso hanno ha portato le sue casette di legno, gli elfi e Babbo Natale con la sua slitta nella centrale piazza D'Armi di Torino, quest'anno trasloca e si sposta nei giaridini della Reggia di Venaria, trasformando la Reggia nella città di Natale. La formula è sempre la stessa tante casette di legno dove potrete vedere gli elfi a lavoro, l'ufficio postale di Babbo Natale, dove spedire le letterine, e poi laboratori, giochi e tanta magia. Ad aprire la strada verso il mondo incantato del Natale una stanza che sembra essere sospesa nel tempo. Qui tutti i bambini ricevono dagli elfi un cappellino che li trasforma per un giorno in piccoli aiutanti di Babbo Natale.