24 agosto 2019
Aggiornato 06:30
Cronaca

Nelle cantine del Moi una discarica nascosta: trovate tonnellate di rifiuti

Gli operatori di Amiat hanno trovato e rimosso decine di bombole del gas, potenzialmente pericolose. Nei sotterranei c’era di tutto: cianfrusaglie, mobili, elettrodomestici, immondizia e materiale ferroso
Migranti e rifiuti nei sotterranei dell'ex Moi
Migranti e rifiuti nei sotterranei dell'ex Moi ANSA

TORINO - Che nelle fredde cantine dell’ex Moi non regnassero pulizia e igiene era plausibile, ma forse nessuno si aspettava che quelle stanze e quegli anfratti, di fatto, fossero diventati una sorta di discarica sommersa, nascosta dalla luce del sole. Nella giornata di ieri gli operatori dell’Amiat sono entrati nella palazzina scortati dalle forze dell’ordine, trovandosi davanti a tonnellate di rifiuti.

TONNELLATE DI RIFIUTI - Una quantificazione precisa della mole di rifiuti trovata nelle cantine e nei sotterranei dell’ex Moi non è stata fatta, anche perché parte dei rifiuti potrebbe emergere a bonifica in corso, ma una prima stima parla di oltre 100 tonnellate di immondizia, materiale ferroso, mobili, elettrodomestici grandi e piccoli. Di tutto. Alcune cose sono state portate via dai migranti stessi, durante le operazioni di sgombero. Una volta terminata questa prima fase, è toccato agli operatori di Amiat: il personale dell’azienda municipalizzata ha rimosso alcune bombole del gas, potenzialmente pericolose. Per quanto riguarda la restante parte di rifiuti, prima della rimozione totale bisognerà identificare un’area in cui allocare tutti questi materiali. Un compito non semplice, anche perché i sotterranei dell’ex Moi potrebbero riservare ulteriori sorprese.

Montagne di rifiuti nei corridoi

Montagne di rifiuti nei corridoi (© ANSA)