9 dicembre 2019
Aggiornato 09:00
Cronaca

Incinta a 11 anni, bambina violentata per anni dal vicino di casa

Una vicenda incredibilmente drammatica che si è conclusa con un aborto e l'arresto di uomo di 35 anni, accusato di aver abusato della figlia della vicina di casa di cui si prendeva cura quando i genitori non c'erano

TORINO - Incinta, a soli 11 anni, dopo una violenza sessuale. Questa è la storia della bambina di origini nigeriane che, lo scorso 17 novembre, è stata accompagnata all'ospedale Sant'Anna di Torino dalla mamma perchè "aveva la pancia gonfia». Il dramma quando i sanitari hanno svelato la verità a mamma e figlia: la bambina non ha la pancia gonfia, è incinta di 22 settimane.

INCINTA - Una vicenda incredibile che si è conclusa con l'aborto e l'arresto di uomo di 35 anni, connazionale della bambina, accusato di aver abusato della figlia della vicina di casa di cui si prendeva cura quando i genitori non c'erano. "Zio", così la piccola si rivolgeva al suo aguzzino quando i genitori la lasciavano a casa dell'uomo insieme alle due sorelline e al fratello più grande per andare a fare i turni di notte a lavoro. Al momento l'uomo, difeso dall'avvocato Wilmer Perga, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Stando a quanto emerso fin ora, le violenze andavano avanti dal settembre del 2016.