19 giugno 2018
Aggiornato 22:00
Cronaca | Corso Racconigi

Il mercato di corso Racconigi resiste: ancora aperto nonostante l'ingiunzione

Stando alle prime indiscrezioni pare che i commercianti del mercato coperto di corso Racconigi abbiano chiesto una proroga al Comune. La nuova dead line è stata fissata per mertedì 5 dicembre

Mercato coperto di corso Racconigi (© Diario di Torino)

TORINO - In seguito a un incontro con l'assessore comunale al Commercio Alberto Sacco, avvenuto martedì 28 novembre, i commercianti del mercato coperto di corso Racconigi si sono accordati per rimandare la chiusura delle loro attività, sancita da un precedente decreto ingiuntivo in cui si intimava per oggi, giovedì 30 novembre, lo sgombero completo. Stando alle prime indiscrezioni pare che i mercatali abbiano chiesto una proroga e che la nuova deadline sia stata fissata per martedì 5 dicembre.

MERCATO - «L'incontro con l'assessore e con il tecnico del commercio è durato circa mezzora» ha spiegato il portavoce dei commercianti, «una chiacchierata civile ed educata da entrambe le parti, ma sarà necessario rivederci per discutere meglio di tutto». La proroga concessa dal Comune ha permesso così al mercato di restare aperto, almeno per ora. La conditio sine qua non per mantenere aperti i locali sta, come immaginabile, nel pagamento del canone d'affitto. «I negozianti hanno chiesto del tempo e noi glielo abbiamo concesso nell'interesse pubblico» ha spiegato il dirigente comunale dell'area Commercio, «Noi abbiamo interesse a riscuotere il canone, se il termine fissato verrà rispettato il mercato non chiuderà». Il termine ultimo per il pagamento del debito era fissato per il 25 novembre, ma dal Comune fanno sapere che, se tutto va come deve andare, manterranno in vita il mercato, nonostante il ritardo. Quel che è certo per ora è che le attività sono aperte, clienti e commercianti sono ancora lì e quel che verrà in seguito si vedrà.