16 dicembre 2018
Aggiornato 20:30

Caos bollo auto: le ibride esenti per 5 anni, ma gli uffici regionali non lo sanno

“Esenzione dal bollo dei veicoli ibridi per 5 anni, la situazione è completamente fuori controllo. Gli uffici regionali e le sedi piemontesi degli Automobile Club d'Italia sono all'oscuro della legge approvata dal Consiglio regionale”
Caos bollo auto per i veicoli ibridi
Caos bollo auto per i veicoli ibridi (ANSA)

TORINO - E’ caos sul pagamento del bollo auto per i possessori di veicoli ibridi in Piemonte. A denunciarlo sono i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle che negli ultimi giorni hanno ricevuto decine di segnalazioni da parte di cittadini che, chiamando il numero verde della Regione (800333444) si sono sentiti dire che avrebbero dovuto pagarlo, mentre una legge regionale in vigore dal 23 novembre 2017 dà l’esenzione per cinque anni per tutte le auto ibride.

CAOS DIETRO L’ANGOLO - «Gli uffici regionali e le sedi piemontesi degli Automobile Club d'Italia sono all'oscuro della legge e continuano a dare notizie errate ai cittadini», chiosa Giorgio Bertola, «in questo modo migliaia di cittadini rischiano di pagare alla Regione tributi non dovuti. Una situazione grave di cui la Giunta Chiamparino è direttamente responsabile. Il caos è dietro l'angolo se non si deciderà di intervenire immediatamente».

SOLUZIONE - Il bollo auto, ripetiamo, non è dovuto per i primi cinque anni. Per far sì che tutti i piemontesi ne siano al corrente, il Movimento 5 Stelle chiede di inviare «un'informativa chiara a tutti gli uffici preposti al pagamento del bollo regionale (come sedi ACI, Istituti di credito, tabaccherie...) oltre ovviamente ad informare correttamente gli addetti al numero verde regionale. Riteniamo necessaria anche una campagna d'informazione diretta a tutti i cittadini sull'intero territorio regionale anche nell'ottica di promuovere il ricorso a veicoli ecologici».