17 dicembre 2018
Aggiornato 08:00

Eventi a Torino, 8 cose da fare il 2 e il 3 dicembre

Spettacoli, musica, appuntamenti natalizi, cultura e molto altro in questo weekend torinese ricco di sorprese. Ecco quello che vi attende e che non potete assolutamente lasciarvi sfuggire
Torino, 8 cose da fare il 2 e il 3 dicembre
Torino, 8 cose da fare il 2 e il 3 dicembre (Shutterstock.com)

TORINO – Dalla grande musica ai musical, dagli spettacoli a teatro all'atmosfera natalizia. Ecco qualche consiglio per organizzare al meglio il vostro fine settimana e non perdere gli appuntamenti più interessanti.

Musica live
Sabato 2 dicembre alle Ogr, in concerto Ezio Bosso con «Piano Lessons», la proposta artistica di Officine Grandi Riparazioni dedicata al pianismo internazionale. Il primo dei quattro Maestri che si esibirà sul palco della Sala Fucine è proprio Ezio Bosso con Stradivari Festival Chamber Orchestra. Per l'occasione la Sala Fucine delle OGR si trasformerà in un flessibile Total Theatre in grado di accogliere gli spettatori, in condizione di perfetta visibilità e ascolto, per portare l'esibizione oltre la dimensione del grande spettacolo conducendo lo spettatore verso un’esperienza più personale ed intima. La profonda condivisione tra pubblico e artista mira a riprodurre l'intensità di una lezione individuale di pianoforte. Per informazioni: www.ogrtorino.it.

Concerti
Sabato 2 dicembre allo Spazio 211, Ian Svenonius in concerto. L’eco dei roventi show con i ritrovati «The Make-Up» ancora non si è spenta e mr. Ian Svenonius eroe superattivo non ha intenzione di arrestare la sua vena artistica e annuncia l’esordio solista con il già utilizzato moniker «Escape-Ism». Introduction to «Escape-Ism» è uscito il 10 novembre via Merge Recordsed anticipato dal tagliente singolo Almost No One(Can Have My Love). «Escape-Ism» è il primo «solo» album della carriera di Ian Svenonius (The Make-Up, Chain & the Gang, The Nation of Ulysses, XYZ, Weird War,…), autore di bestsellers underground come «The Psychic Soviet», Supernatural Strategies for Making a Rock ’n’ Roll Group, e Censorship Now! ed eletto da Performer Magazine come «greatest performer on the planet: raw, gestural, idiotic, sublime, revolutionary, poetic, faux naïf, unknowing, a drainage pipe that leads to who knows where» I «Maniaxxx», che apriranno la serata, sono quattro e nella notte suonano musica ad alto volume in formazione da rapina: 2 chitarre, basso , batteria, rumori e 3 voci. Amano fondere i groove acquatici del garage-surf alla psichedelia sciamanica, la violenza noise alle divagazioni western. Feedback, cascate di tremolo, totem, uomini lucertola, ipnosi, cosce nude, scarafaggi, caccia bombardieri della seconda guerra mondiale. Testi irriverenti che nascondono il diavolo e sporcano la dispensa.

Musical
Sabato 2 dicembre al Teatro Alfieri, il musical «La febbre del sabato sera». Tratto da una delle pellicole più celebri ed importanti nella storia del cinema, il musical è un omaggio alla disco music dal glam dominante degli anni ’70. Uno spettacolare juke box musical in cui rivivere i successi disco in voga all’epoca tra cui spiccano le canzoni originali dei Bee Gees come «Stayin’ Alive», «How Deep Is Your Love», «Night Fever», «You Should Be Dancing» e tante altre in voga tutt’oggi quali «Symphonie No 5», «More than a woman» e la celeberrima «Disco Inferno». Una travolgente colonna sonora farà da sfondo alle vicissitudini del giovane e sensuale Tony Manero che, cresciuto nel Brooklyn, ha voglia di riscatto come i suoi migliori amici. Tony ha un solo talento, il ballo, e ogni sabato sera diventa il re della pista della discoteca Odissyy2001, e insieme alla bellissima partner Stephanie Mangano cercherà le luci del successo di Manhattan.

A teatro
Sabato 2 dicembre e domenica 3 dicembre al Teatro Astra, in scena lo spettacolo «Furiosa Mente». «C’è un tempo per nascere e un tempo per morire; un tempo per distruggere e un tempo per costruire. Noi stiamo vivendo uno dei grandi sogni dell’umanità, da sempre, il sogno della Torre di Babele: essere in contatto con tutto il pianeta, creare una grande rete di connessioni e di conoscenze. Un’occasione epocale: essere cittadini del mondo. È necessario avere strumenti adatti per leggere questa complessità. Lo strumento più potente ed efficace è il nostro cervello, che si è evoluto per metterci in relazione con noi stessi, con gli Altri e con la Natura. Uno dei rischi è confondere reale e virtuale. C’è il tempo per prendere coscienza e scegliere, anche se scegliere vuol dire combattere una battaglia. La battaglia è la condizione dinamica della nostra esistenza. E il primo e vero campo di battaglia è sempre la nostra Mente: per muoverci con sapienza dobbiamo avere la vigilanza, la forza e la compassione dei 'guerrieri'. Nel Baghavadgita, prima della battaglia, il dio Krishna mostra al guerriero Arjuna come è regolata la sua Mente. Solo osservando quel campo di battaglia interiore Arjuna comprende che cosa deve fare». Lucilla Giagnoni

Cultura
Il 2 dicembre, durante il Perfect Day, Alessandro Baricco, Giuseppe Culicchia, Maurizio De Giovanni, Fabio Geda, Marco Missiroli, Antonella Lattanzi, Nicola Lagioia e Michela Murgia, otto grandi scrittori italiani, passeranno una giornata intera alla Scuola Holden per raccontare, attraverso le loro passioni, la loro personale visione del Desiderio. Per sentirli, devi solo immaginare il tuo giorno perfetto: scegli le lezioni che vuoi seguire, e poi goditi il viaggio. Potrai conoscere, ascoltare, divertirti e confrontarti con i tuoi autori preferiti che, per una volta, saranno proprio a un passo da te. Si inizia alle ore 9, Mauro Berruto darà il via con un discorso di benvenuto; la lezione di apertura sarà con Michela Murgia alle 9.45, e quella di chiusura con Alessandro Baricco, alle 17.15. Ogni incontro durerà circa un’ora; le altre quattro lezioni della giornata le decidi tu. E alla fine delle lezioni, ci sarà una merenda dolce e un brindisi.

Una Mole di panettoni
E' l’appuntamento più atteso da chi apprezza le dolci bontà natalizie dei pasticceri artigiani di tutta Italia: è la sesta edizione di «Una Mole di Panettoni», che torna puntuale a Torino, sabato 2 e domenica 3 dicembre, all’Hotel Principi di Piemonte, con ingresso libero dalle 11 alle 20 entrambi i giorni.  Non si tratta di una semplice vetrina di lievitati in vendita a prezzo speciale, ma di un’articolata due giorni che comprende gli incontri con i pasticceri (sempre a ingresso libero) con le degustazioni guidate da Alessandro Felis, abbinate a vini e altre specialità della tradizione dolciaria delle varie regioni. Un percorso che vuole valorizzare l’arte della pasticceria e celebrare la riscossa del panettone, il dolce che più di tutti sta conquistando l’estero. E in più c’è il concorso che premierà il migliore panettone nelle versioni tradizionale, creativo e salato. Come sempre nelle manifestazioni curate da Dettagli Eventi, non mancherà la beneficenza, con la Onlus #tuttegiuperterra, a cui saranno destinati i fondi raccolti dalla lotteria di Una Mole di Panettoni. Le risorse sono destinate alla ricerca medico-scientifica nell’ambito delle malattie genetiche. Al Principi di Piemonte sarà presente la presidente della Onlus, Francesca Martinengo, in occasione dell’estrazione finale domenica sera. 

Il raduno dei Babbi Natale 2017
Torna l'appuntamento annuale con il Raduno dei Babbi Natale organizzato dalla Fondazione Forma, un'occasione di beneficenza e gioia presso l'Ospedale Infantile Regina Margherita. All'iniziativa partecipa anche Eataly con la distribuzione dei completi da Babbo Natale e con una colorata Biciclettata, con il patrocinio della città di Torino. L'appuntamento con «Un Babbo Natale in forma» è per domenica 3 dicembre a partire dalle 10.30, presso l'Ospedale Infantile Regina Margherita. Novità di quest'anno è la Biciclettata del Raduno: ciascun partecipante potrà arrivare in piazza Polonia non più solo in moto, a piedi, camminando o correndo. Per l'occasione, verrà allestito un percorso di 4 km da fare in bici, dal centro città all'Ospedale torinese, dove saranno allestite delle aree per il ricovero delle bici così da permettere ai ciclisti di partecipare attivamente alla festa per i bimbi del Regina Margherita. Il pettorale da bici è distribuito a Eataly Torino Lingotto, (in via Nizza 230/14) e a Eataly Torino Lagrange, (in via Lagrange 3), durante gli orari di apertura dei negozi (dalle 10 alle 22.30). I pettorali saranno numerati progressivamente e andranno posizionati sulla propria bici e sono da conservare, perché, proprio durante il Raduno, saranno estratti 2 fortunati pettorali che riceveranno un premio speciale da parte di OVS e Eataly. Tutti i ciclisti che parteciperanno al Raduno dovranno presentarsi a Eataly Torino Lagrange a partire dalle 9, rigorosamente vestiti da Babbo Natale. In attesa della partenza, i ciclisti di Babbo Natale potranno partecipare allo spettacolo di Bike Trial e Bmx di Oliver Rege e Luca Gioiello, accompagnato dal violino di Anna Maria De Simone. Alle 10.15, con la scorta della Polizia Municipale, ci sarà il fischio di partenza per il Regina Margherita attraverso il percorso cittadino.

Per i più piccoli
Al Teatro Testoni Ragazzi, domenica 3 dicembre, in scena lo spettacolo «Quando arriva Natale?». In mezzo alla scena c’è un albero di Natale. E’ ancora spoglio. Arriva un personaggio portando uno scatolone. Borbotta e si lamenta che «tutti gli anni tocca a lui addobbare l’albero…» che «tutti dicono di volerlo aiutare ma quando è il momento di farlo non c’è mai nessuno» … eccetera eccetera eccetera. Apre lo scatolone per prendere palline e festoni ma succede l’imprevisto: lo scatolone è vuoto. Cioè, non proprio vuoto. Sul fondo è rimasto un mandarino. Il nostro personaggio si ricorda improvvisamente di quando era piccolo e dicembre profumava di mandarino. Lo sbuccia, lo assaggia e, come per magia, si ritrova bambino, ad attendere il Natale. Una storia semplice, che permetterà ai bambini di sperimentare ricordi, profumi e climi dell’evento più atteso dell’anno. Uno spettacolo sull’attesa.