11 dicembre 2018
Aggiornato 09:30

Droga sotto la leva del cambio, in manette i «fratelli della cocaina»

La perquisizione dell’alloggio ove i due uomini vivevano ha poi portato al rinvenimento di materiale vario per  il confezionamento della sostanza in dosi, come cellophane e bilancini di precisione
Cocaina sequestrata
Cocaina sequestrata (Polizia di Stato)

TORINO - Gli investigatori del Commissariato Barriera Milano hanno fermato due fratelli, di 33 e 36 anni per un controllo. I due soggetti hanno immediatamente tentato di darsi alla fuga, ma sono stati subito fermamente bloccati e questo ha anche consentito agli operatori di rinvenire oltre 100 grammi di cocaina nascosti sotto la leva del cambio dell’auto.

DROGA - La perquisizione dell’alloggio ove i due uomini vivevano ha poi portato al rinvenimento di materiale vario per  il confezionamento della sostanza in dosi, come cellophane e bilancini di precisione. In una delle camere da letto sono state anche rinvenute due patenti  di guida italiane contraffatte, riportanti i dati di un fratello, ma con la foto dell’altro.  Si tratta  di due ragazzi di origine marocchina, entrambi domiciliati nella provincia di Torino, pluripregiudicati per reati inerenti agli stupefacenti. Sono stati tratti in arresto per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio; il trentatreenne anche per possesso e fabbricazione di documenti di identità falsi.