16 dicembre 2018
Aggiornato 20:30

Dopo la neve c’è il rischio ghiaccio sulle strade, previsto sole (e freddo) nei prossimi giorni

L’allerta della polizia municipale: “La perturbazione nevosa è terminata, massima attenzione per strade e marciapiedi per possibile formazione ghiaccio”
La neve a Torino
La neve a Torino (ANSA)

TORINO - Dopo la copiosa nevicata di ieri che ha fatto cadere in città 7-8 centimetri di neve in città e quasi 40 centimetri in collina, da stamattina le temperature si sono decisamente abbassate e continueranno a scendere fino a minime di -6 gradi. Questo almeno quanto previsto dall’Arpa. E la polizia municipale mette in allerta: «La perturbazione nevosa è terminata», informano, «massima attenzione per strade e marciapiedi per possibile formazione ghiaccio».

MEZZI AMIAT IN AZIONE - Come ogni volta che nevica in città non sono mancati alcuni problemi e disagi, in particolare legati alla circolazione veicolare. Amiat ha lavorato tutto il giorno, anzi dalla notte scorsa, mettendo a disposizione 250 mezzi che hanno sparso 900 tonnellate di sale per le strade di Torino. Il problema maggiore però arriva adesso, con la temperatura tanto basse da formare il ghiaccio lì dove c’è ancora qualche residuo di acqua o neve.

PROSSIMI GIORNI - Le previsioni del meteo per i prossimi giorni parlano di un ritorno del cielo sereno e di totale assenza di perturbazioni e precipitazioni. Lo zero termico è in aumento: già da oggi fino a 1.200 metri, per arrivare a martedì a 2.200 metri. Temperature in leggero rialzo, soprattutto le massime: domani è prevista una minima di -5 gradi e una massima di 6 gradi, ma già mercoledì la minima sarà di -2 gradi con una massima di 11 gradi.