22 ottobre 2018
Aggiornato 07:00

Rientrando in carcere due agenti salvano un uomo vicino al sottopasso del Lingotto

Si sono fermati dopo che un uomo aveva attirato la loro attenzione sbracciandosi. Un sessantaseienne era rimasto chiuso in un’auto privo di sensi
Il salvataggio è avvenuto vicino al sottopasso Lingotto
Il salvataggio è avvenuto vicino al sottopasso Lingotto (Google Street View)

TORINO - Un intervento provvidenziale di due agenti di polizia penitenziaria ha permesso a un uomo di 66 anni di Asti di essere soccorso dopo aver perso i sensi nei pressi del sottopasso del Lingotto. E’ successo nella giornata di ieri, sabato 2 dicembre. I due poliziotti stavano rientrando nel carcere minorile Ferrante Aporti, dove prestano servizio, quando hanno notato un uomo sbracciarsi. Si sono fermati con l’auto di servizio e hanno subito notato un uomo privo di conoscenza all’interno di un’Audi.

L’INTERVENTO - Gli agenti hanno sfondato il vetro della vettura e hanno estratto l’uomo dall’abitacolo. Intanto si era fermato anche un medico fuori servizio che ha prestato i primi soccorsi mettendo fuori pericolo, di fatto, il sessantaseienne. Anche i familiari dell’uomo sono successivamente stati informati dell’accaduto e tranquillizzati.