15 dicembre 2018
Aggiornato 16:30

«Signore suo figlio ha avuto un incidente, sono il suo avvocato», ma è una truffa

Arrestato un truffatore che si fingeva un legale e chiedeva soldi per il parente della vittima di turno. A scoprirlo sono state le forze dell’ordine in concomitanza con una nuova truffa a una anziano di Chieri
Arrestato il truffatore finto avvocato
Arrestato il truffatore finto avvocato ()

TORINO - «Signore suo figlio ha avuto un incidente ed è stato portato al Comando di polizia e rischia il sequestro del veicolo». Erano circa queste le parole utilizzate da un truffatore che nei giorni scorsi è stato arrestato dalla polizia per aver raggirato diverse persone nel chierese. Con la scusa dell’incidente, cosa che risultava puntualmente falsa, si fingeva avvocato del parente di turno e chiedeva dei soldi per evitare l’arresto e il sequestro del mezzo.

ALBERGO A TORINO - Il truffatore aveva un suo quartier generale, estraneo ai fatti. Si tratta di un albergo a Torino che utilizzava per contattare le sue vittime. L’ultima di queste però è riuscita a farlo arrestare. Quando ha provato a farsi dare i soldi da un anziano di Chieri, all’appuntamento si sono presentate le forze dell’ordine che lo hanno arrestato. Nell’albergo sono stati rinvenuti contanti, poco meno di mille euro, e gioielli per quasi 7mila euro, tutto probabile provento di truffe messe a segno.

PROCESSO - Il truffatore è stato processato per direttissima e condannato a un anno di reclusione. Alla pena di aggiunge una sanzione di 400 euro.