13 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
Cronaca

Mitragliatori, kalashnikov e tritolo: scoperto un arsenale di armi da guerra

Da valutare se le armi siano state utilizzate in episodi di criminalità comune o organizzata: l’arsenale è stato ritrovato all’interno di un’abitazione

Le armi ritrovate dalla Squadra Mobile di Torino (© Questura Torino)

SAN BENIGNO CANAVESE - Armi da guerra, fucili mitragliatori, munizioni e 1.500 grammi di esplosivo ad alto potenziale denominato comunemente tritolo. Ha dell’incredibile quanto rinvenuto dalla Squadra Mobile di Torino in un’abitazione di San Benigno Canavese, un vero e proprio arsenale di armi da guerra, a seguito di una segnalazione di un famigliare.

INDAGINI IN CORSO - L’arsenale, è appartenuto verosimilmente a un uomo deceduto qualche settimana prima a causa di una grave malattia. Il defunto, un operaio sessantenne, risultava in possesso di alcuni fucili di caccia regolarmente denunciati, ma anche queste armi sono state oggetto di ritiro cautelare. In corso le indagini sulle armi e il munizionamento da guerra, così come sull’esplosivo ritrovato perché potrebbero essere state utilizzate in azioni criminali, visto che perfettamente funzionanti. Da valutare anche la posizione dei soggetti vicini alla famiglia del defunto per il reato di detenzione illegale di armi e munizionamento di guerra in concorso.