13 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
Cronaca

Té caldo e coperte ai senza tetto della città: «Di queste persone non si occupa nessuno»

Nella notte tra lunedì e martedì, i militanti di Casa Pound Torino e i volontari della Protezione Civile «La Salamandra» hanno assistito le persone che dormivano al freddo

I volontari assistono un senza tetto (© Casa Pound Torino)

TORINO - Una coperta per chi soffre il freddo nella notte torinese, una tazza di tè caldo per le persone costrette ad affrontare lunghe notti gelide. Questa notte alcuni militanti di Casa Pound Torino, insieme ai volontari della Protezione Civile La Salamandra, hanno portato conforto e assistenza ai tanti senza tetto della città. I volontari hanno girato a piedi il centro cittadino, distribuendo coperte e tè caldo. Un’iniziativa che con ogni probabilità verrà riproposta nelle prossime settimane di un inverno che si prospetta sempre più freddo.

POLEMICHE - «Invece che dare casa agli immigrati, il nostro caro sindaco Appendino farebbe meglio a pensare ai tanti italiani che hanno perso tutto» è l’attacco diretto del movimento politico all’amministrazione. Intanto, proprio oggi, la stessa Chiara Appendino ha presentato il nuovo piano triennale di assistenza che prevede il rafforzamento della rete di accoglienza temporanea con centinaia di posti letto garantiti agli homeless della città.