13 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
Dalla Regione

«Tirocinio per infermieri a 600 euro al mese», ma il messaggio del Centro per l’Impiego è un errore

L’errore del Centro per l’Impiego di Moncalieri è stato ammesso dalla Giunta Chiamparino. In realtà la figura ricercata era quella di di product specialist. E ora il Movimento 5 Stelle punta il dito contro i tirocini sottopagati

Infermieri all'ospedale (© ANSA)

TORINO - «Cercasi infermieri per tirocinio pagato 600 euro al mese». Questo più o meno il messaggio che hanno ricevuto decine di ragazzi iscritti al Centro per l’Impiego di Moncalieri ma solamente per un errore. Il caso è scoppiato all’interno del Consiglio regionale quando l’assessore al Lavoro Gianna Pentenero ha risposto a un’interrogazione del Movimento 5 Stelle palesando di fatto il grossolano errore. «La ricerca di un tirocinante era rivolta a un’altra figura professionale, quella di di product specialist, da inserire in un'azienda del territorio attraverso tirocinio di inserimento lavorativo finalizzato all'assunzione». Poi l’assessore spiega l’equivoco: «Per mero errore materiale, tuttavia, è stato inviato un sms a tutti gli iscritti al Centro per l’Impiego in possesso dei requisiti richiesti, indicando infermiere come figura professionale ricercata ingenerando un equivoco».

TIROCINI SOTTOPAGATI - Risolto l’errore, il Movimento 5 Stelle ha puntato il dito contro la pratica dei tirocini sottopagati. «E' necessario far sentire la voce del Piemonte, a tutti i tavoli nazionali, per promuovere un rapido intervento normativo», dice Davide Bono, «chi ha sostenuto un lungo percorso di studi, frequentato tirocini curriculari, è iscritto agli albi professionali ed è chiamato a salvare la vita dei cittadini», sottolinea parlando ad esempio degli infermieri, «non può avere una retribuzione di appena 600 euro mensili».