13 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
Cronaca

Sassate contro i vigilantes in strada Germagnano, dipendenti Amiat: «Serve l'esercito»

I lavoratori dell'azienda torinese di igiene ambientale hanno bloccato la strada per protestare contro le continue aggressioni

Lavoratori Amiat in sciopero (© ANSA)

TORINO - I dipendenti Amiat nella zona di strada Germagnano a Torino, hanno incrociato le braccia dopo l'assalto a colpi di pietra in cui ieri, mercoledì 6 dicembre, è rimasta ferita una guardia giurata. I lavoratori dell'azienda torinese di igiene ambientale, proprietà di Iren, hanno bloccato la strada per protestare contro le continue aggressioni, di cui accusano gli occupanti del vicino campo nomadi. Il messaggio dei manifestanti è inequivocabile: per mettere ordine serve l'esercito.

SASSATE - Quello di ieri non è stato il primo lancio di pietre contro i mezzi dell'Amiat. «Siamo solidali con la guardia giurata ferita e con i nostri lavoratori», spiega un portavoce dell'azienda che prosegue spiegando come da mesi abbiano avviato delle azioni per arginare il problema, come appunto l'affidarsi a un servizio di vigilanza privato.