15 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

Bombe carta contro le forze dell'ordine: arrestati 2 attivisti dell'Askatasuna di Torino

 I tre fermati sono un giovane di Pisa e due esponenti del centro sociale Askatasuna, tra cui risulterebbe esserci uno dei suoi leader
Protesta No Tav
Protesta No Tav (ANSA)

TORINO - Torna a farsi sentire la protesta NoTav in Val di Susa. Durante la serata di ieri, venerdì 8 dicembre, si sono registrati momenti di tensione tra manifestanti e forze dell'ordine nei pressi del cantiere dell'Alta Velocità di Chiomonte e tre persone sono state fermate. Facevano parte di un gruppo di No Tav che, insieme ad alcuni esponenti del centro sociale Askatasuna di Torino, hanno tentato di raggiungere il cantiere da Giaglione, lungo isentieri della Val Clarea, dando vita a un fitto lancio di bombe carta e fuochi pirotecnici contro le forze dell'ordine. 

ARRESTI - I manifestanti hanno anche cercato di superare le reti metalliche poste lungo i sentieri, a protezione del cantiere,utilizzando una fresa elettrica.
 I tre fermati sono un giovane di Pisa e due esponenti del centro sociale Askatasuna, tra cui risulterebbe esserci uno dei suoi leader. I tre sarebbero stati trovati in possesso dell'occorrente per lanciare razzi e altri fuochi d'artificio. La loro posizione è ora al vaglio della Digos della Questura di Torino.