16 ottobre 2018
Aggiornato 04:00

«Voglio uccidermi» e spara colpi di pistola dal balcone, dopo sette ore convinto a desistere

Ha mandato via di casa moglie e figlio, si è barricato e ha iniziato a minacciare di togliersi la vita. Sul posto sono accorsi i carabinieri
Carabinieri sul posto
Carabinieri sul posto (Diario di Torino)

SAN PIETRO VAL LEMINA - Sono servite sette ore per farlo desistere dal suo intento di togliersi la vita. Da qualche giorno aveva smesso di prendere le medicine di cui aveva bisogno, poi, nella tarda serata di ieri, ha detto a moglie e figlio di andare via di casa e, rimasto solo, ci si è barricato dentro. E’ stata la donna ad avvisare i carabinieri, accorsi sul posto in via Roma dopo che l’uomo si era più volte affacciato sul balcone urlando e sparando anche due colpi con una pistola scacciacani.

NEGOZIATORE - Non è stato semplice convincere l’uomo a scendere. «Voglio uccidermi», ha più volte detto. E’ servito un lungo lavoro da parte del negoziatore. Quando è sceso in strada, non appena uscito dal portone, è stato bloccato dal reparto speciale Aliquote di Primo Intervento. Con i carabinieri erano accorsi 118 e vigili del fuoco.