17 dicembre 2018
Aggiornato 08:30

«Incertezza sul nostro futuro», mercoledì scioperano i dipendenti Gtt: mezzi fermi 24 ore

Sciopero di 24 ore e mezzi pubblici assenti. Si preannuncia un mercoledì nero per il traffico cittadino. Rispettate le fasce protette
Mercoledì 13 dicembre sciopero Gtt
Mercoledì 13 dicembre sciopero Gtt (ANSA)

TORINO - Mercoledì 13 dicembre tornano a scioperare i dipendenti del Gruppo Torinese Trasporti. I sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e Fast- Confsal hanno indetto uno sciopero di 24 ore e un presidio di due ore di fronte alla direzione di Gtt, oltre un volantinaggio davanti alla stazione Porta Nuova per spiegare ai cittadini il motivo della protesta. «Le motiviazioni», fanno sapere le organizzazioni sindacali, «sono sempre le stesse: incertezza sul futuro finanziario e strategico dell’azienda. La mancanza del confronto con le OO.SS. sul piano industriale non fa altro che alimentare preoccupazioni e ansia circa gli interventi che il Comune in solitaria sta scegliendo di attivare ai danni dei lavoratori Gtt. Vogliamo stabilità e certezze per il futuro».

FASCE PROTETTE - Nonostante lo sciopero duri per tutta la giornata di mercoledì, durante le 24 ore saranno rispettate le fasce protette in cui è garantito il passaggio dei mezzi e l’apertura della metropolitana.

- Servizio urbano e suburbano della Città di Torino: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00
- Metropolitana: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00
- Autolinee extraurbane: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30
- sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30