16 dicembre 2018
Aggiornato 20:00

Eventi a Torino, 6 cose da fare mercoledì 13 dicembre

Una serata ricca di proposte, dal balletto, al teatro, alla musica, al gusto. Ecco cosa vi attende e gli appuntamenti da non perdere
Torino, 6 cose da fare mercoledì 13 dicembre
Torino, 6 cose da fare mercoledì 13 dicembre (Shutterstock.com)

TORINO – Da «Il Lago dei Cigni» al Teatro Regio, alle musica rock; dai sapori locali al teatro. Ecco qualche consiglio per trascorrere la vostra serata e non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti.

Balletto
Fino al 19 dicembre «Il Lago dei Cigni» in scena al Teatro Regio. Balletto in tre atti (quattro scene). Libretto di Vladimir Begičev e Vasilij Gel’cer, Musica di Pëtr Il'ič Čajkovskij, Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.

A teatro
Alla Lavanderia a Vapore, lo spettacolo «A Love Supreme». La ricerca di Anne Teresa De Keersmaeker poggia sulle radici culturali del jazz, si intreccia al talento di John Coltrane (nel 2017 ricorrono i 50 anni dalla scomparsa) ed è sostenuta dal rapporto tra struttura e libertà compositiva. Nell’ottica della trasmissione del suo repertorio a una nuova generazione di danzatori, la coreografa belga di fama mondiale, sceglie di rimettere mano a questo brano il cui interesse compositivo risiede nel modo in cui si intrecciano coreografia scritta e danze improvvisate, proprio secondo lo schema del jazz. Mantenendo però fermo il principio che non esista «libertà nella libertà» ma solo «libertà nella struttura». Uno spettacolo per quattro interpreti, in cui scrittura rigorosa e improvvisazione si compenetrano e dove danza e musica si fondono alla perfezione.

Musica live
Al Blah Blah, alle 22, Nick Oliveri (Death Acostic, ex bassista di Kyuss, Queens Of The Stone Age e Mondo Generator). Nick Stephen Oliveri noto come Nick Oliveri è un musicista e cantante statunitense. Oltre ad essere cantante suona il basso, la chitarra elettrica e quella acustica. È noto per aver fatto parte dei gruppi Kyuss e Queens of the Stone Age, oltre ad avere fondato i Mondo Generator. Entra a far parte del gruppo stoner rock, Kyuss nel 1991, in sostituzione di Chris Cockrell, coi quali pubblica due album, Wretch e Blues for the Red Sun. Lascerà il gruppo nel 1994, prima della pubblicazione dell'album Welcome to Sky Valley. successivamente collabora per breve tempo con il gruppo punk Dwarves, sotto lo pseudonimo Rex Everything. Con loro inciderà il disco The Dwarves are Young and Good Looking del 1997. Nello stesso anno forma i Mondo Generator, gruppo al quale ha cambiato successivamente il nome in Nick Oliveri and the Mondo Generator. Ha inoltre pubblicato nel 2004 un album solista, Demolition Day. Tra le sue collaborazioni in studio e dal vivo si possono ricordare quelle con i Winnebago Deal, Mark Lanegan Band, ed i Masters of Reality di Chris Goss. Ha inoltre partecipato alle Desert Sessions. Nel 1998 entra a far parte dei Queens of the Stone Age, con i quali inciderà gli album Rated R e Songs for the Deaf. Dopo quasi sei anni di permanenza nei Queens Of The Stone Age, viene allontanato dal gruppo da Josh Homme, ufficialmente per screzi tra i due. Dopo l'abbandono dei QOTSA, Oliveri ha partecipato in tour con gruppi come Motörhead, Brant Bjork, Winnebago Deal, Masters of Reality, The Dwarves, Mark Lanegan e Turbonegro. Ha anche registrato un album acustico allegato all'edizione limitata dell'ultimo album dei Mondo Generator, Dead Planet (Sonic Slow Motion Trails), pubblicato nel 2006. Con i Mondo Generator ha anche pubblicato gli album Cocaine Rodeo nel 2000, A Drug Problem That Never Existed nel 2003 e III The EP nel 2004. Nel 2010 ha partecipato anche all'album Slash del chitarrista Slash.

Cantautori
Al Jazz Club Torino, alle 21.30, live di «Deian e Lorsoglabro» e «Atlante». Deian è un uomo di età invidiabile che scrive canzoni. Del 2004 la sua prima raccolta casalinga «Il Fantasma dell'Impossibile» (autoproduzione), una collezione di francobolli psichedelici dal retrogusto agrodolce. Nell'estate del 2006 con l'aiuto di alcuni amici Deian forma una band che viene subito e inesorabilmente battezzata «Lorsoglabro», con cui porta in giro per il bel paese uno spettacolo a metà tra folk, rock psichedelico e surrealismo situazionista. Dopo una serie di live, nel 2009 Lorsoglabro apre il concerto torinese di Nick Cave al Traffic Festival, e nel 2010 esce il primo disco ufficiale: «Omonimo» (Snowdonia/Musicalista/Audioglobe), lavoro più sofisticato ma non troppo. Lorsoglabro intanto, da ensemble multiforme con tanto di sezione fiati, diventa power trio (con Gabriele Maggiorotto alla batteria e Alberto Moretti al basso), con un live set più scarno e diretto. Parallelamente Deian si esibisce coi Dub Pigeon, un combo strumentale assieme ai musicisti Ezra Capogna, Paolo Spaccamonti e Davide Compagnoni, con i quali mette in scena un live in cui si mescolano ritmi spezzati, synth, psichedelia chitarristica e rumorismo. Del 2014 «Prezzo Speciale» (Minollo/Edisonbox/Audioglobe), disco diviso tra introversione e osservazione distaccata di ciò che sta fuori, tra arrangiamenti rock e digressioni strumentali. In questo periodo sta lavorando con Lorsoglabro tra Torino e il Green Fog Sudio di Genova alla preparazione del prossimo ennesimo immane successo; fonti di corridoio mormorano che potrebbe intitolarsi «Rana Bollita».
«Atlante» nascono all'alba del 2016 a Torino. Un power trio che vede Claudio Lo Russo alla chitarra e voce, Andrea Abbrancati al basso e cori e Stefano Prezzi alla batteria. I tre, presenti nella scena musicale di Torino già da diversi anni con altri progetti, ricordano quelle che sono le sonorità grunge dei Nirvana, con un tocco pop alternative dei Biffy Clyro, fino a toccare i break down graffianti degli Arcane Roots. Tutto ciò accompagnato da testi in italiano di natura introspettiva, che possono ricordare artisti come i Fast Animals and Slow Kids. Escono nel marzo 2016 sul web con il video del primo singolo «Diciannove», che li fa conoscere a quello che è il mondo della musica underground torinese, portandoli a suonare in diversi locali a Torino, come le Lavanderie Ramone e il Samo, e in apertura a gruppi più conosciuti nel panorama italiano come l'orso e la municipàl. Suonano in diversi festival musicali come l'holi fusion festival, reload music festival e il tolive. A maggio 2016 entrano in studio per registrare il loro primo ep «Nello spazio più nero», presentato il 3 marzo 2017 alle Lavanderie Ramone a Torino. In questo momento la band è impegnata in una serie di concerti in diverse città per promuovere l'ep.

Libri
Al Circolo dei Lettori, «Non fa niente», presentazione del libro di Margherita Oggero. 1933, la giovane e colta Esther deve lasciare Berlino, la libertà e ogni speranza per il futuro; Rosanna, cresciuta nelle risaie, senza studi, usa la bellezza per cambiare esistenza: due donne diverse condividono l’essere vive e la capacità di amare e insegnarsi qualcosa l’un l’altra. Mercoledì 13 dicembre alle 18 Margherita Oggero presenta Non fa niente(Einaudi) con Valentina Diana, scrittrice. Evento in collaborazione con Ens Onlus Torino – interpretariato LIS a cura di Segni di Integrazione Piemonte.

Gusto
A Eataly Lingotto la merenda Sinoira della piazza dei produttori per festeggiare l'arrivo del Natale insieme ai produttori che fino ad oggi hanno animato con le loro eccellenze e la loro presenza la Piazza dei Produttori. Da marzo ad oggi, infatti, più di 40 piccoli produttori, tra aziende agricole e artigiani del territorio, sono stati ospitati insieme alle loro produzioni tipiche, tra cui produzioni biologiche, presidi Slow Food, prodotti del Paniere della Provincia di Torino... Alcuni esempi: la toma di Lanzo d'alpeggio, il miele d'alta montagna, le antiche mele piemontesi, lo zafferano delle colline torinesi, la zuppa dei Presidi e molto altro ancora!La Merenda Sinoira sarà l'occasione per offrire una proposta gastronomica interamente realizzata con le produzioni delle aziende agricole e degli artigiani ospitati in questi mesi. Consigliata la prenotazione: www.eataly.it oppure 011 19506801.