16 dicembre 2018
Aggiornato 21:30

Novità al Parco Ruffini: realizzato un percorso di un km per i runner

’obiettivo del progetto è quello di creare un percorso in un parco dove i torinesi potranno fare attività fisiche
Il percorso realizzato al Ruffini
Il percorso realizzato al Ruffini (TorinoClick)

TORINO - Buone notizie per i torinesi che frequentano il Parco Ruffini: dopo esser stato sperimentato con successo in altre città, anche a Torino sarà presto inaugurato il «Progetto Parchi» della Federazione Italiana di Atletica Leggera. Attorno allo stadio Primo Nebiolo è stato allestito un percorso quadrato di mille metri, perfetto per i runner.

IL PERCORSO - La partenza e quindi l'arrivo del percorso sono fissati in corso Trapani 196, davanti alla struttura che ospita il tamburello. Ogni 300 metri circa, gli sportivi troveranno paline segnaletiche che permettono ai frequentatori di capire quanta strada hanno percorso. A partire dal mese di febbraio, in alcuni giorni della settimana, tecnici specializzati forniranno ai cittadini dei consigli sul recupero fisico e sui tempi di percorrenza, mentre all'interno della struttura del tamburello alcuni armadietti saranno messi a disposizione degli atleti per conservarvi gli effetti personali mentre stanno facendo attività fisicaLa scelta di inserire questo percorso all’interno del parco Ruffini è stata fatta per agevolare i cittadini che da anni sfruttano questo luogo per correre in mezzo al verde e per la sua vicinanza con lo stadio Primo Nebiolo.

REAZIONI POLITICHE - «Sono molto contenta – ha sottolineato l’assessora al Welfare Sonia Schellino – che si sia pensato ai parchi come luoghi per far svolgere attività fisica ai cittadini. Il parco Ruffini può essere il luogo ideale per gli gli sportivi di tutte le età che potranno così camminare e correre in completa sicurezza». «Il progetto parchi ha trovato la sua collocazione ideale al parco Ruffini – ha sottolineato l’assessore allo Sport Roberto Finardi -. Vorrei ricordare che nell’area del parco, qualche giorno fa, abbiamo presentato un progetto che consentirà di rimettere a nuovo la copertura del Palasport e di creare nuove strutture sportive sostituendole a quelle vecchie. Sono sicuro che i torinesi accoglieranno con una alta adesione al Progetto Parchi».