11 dicembre 2018
Aggiornato 10:00

Dopo il crollo del 3 luglio, il Consiglio comunale torna in una Sala Rossa più tecnologica

Da luglio i Consigli comunali si sono svolti in piazza Castello. Oggi riapre a consiglieri, giornalisti e pubblico la sala ufficiale dal 1848
La tecnologia sbarca in Consiglio comunale
La tecnologia sbarca in Consiglio comunale (Osvaldo Napoli)

TORINO - Era il 3 luglio l’ultima volta che è stata visitabile e agibile. Da allora i Consigli comunali non si sono più svolti in Sala Rossa, la sede ufficiale dal 1848, ma sono stati fatti in piazza Castello per colpa del crollo di una soletta del balconcino dove siedono i cittadini che vogliono assistere alle sedute pubbliche, esattamente sopra l’area riservata ai giornalisti. C’è forse voluto più tempo del previsto, ma i lavori sono finiti e da oggi pomeriggio il Consiglio comunale, preceduto dalle interpellante alla Giunta, torna in piazza Palazzo di Città.

INIZIO DICEMBRE - Il «collaudo» era stato fatto nella prima settimana di dicembre dal presidente del Consiglio comunale Fabio Versaci che, insieme ai consiglieri Osvaldo Napoli, Francesco Tresso e Fabrizio Ricca, aveva visitato la nuova Sala Rossa condividendo alcuni scatti da cui si poteva vedere l’ultimazione dell’intervento e le nuove installazioni per quanto riguarda votazioni e microfoni, molto più tecnologici di come erano a luglio.