21 ottobre 2018
Aggiornato 13:30

Dal Cairo a Caselle con pastiglie di viagra illegale: denunciato egiziano

Oltre 400 le pastiglie sequestrate dalla Guardia di Finanza: l’uomo disponeva di una vera e propria piccola farmacia portatile
Trovate centinaia di pastiglie di viagra a un passeggero all'aeroporto di Caselle
Trovate centinaia di pastiglie di viagra a un passeggero all'aeroporto di Caselle (Guardia di Finanza)

TORINO - Viagra dal Cairo a Caselle, passando per Istanbul: sono oltre 400 le pastiglie di farmaci illegali sequestrate dalla Guardia di Finanza di Torino ha un uomo egiziano di 60 anni. Il viagra, in capsule e compresse, è risultato privo della documentazione autorizzativa.

MAXI MULTA - Quando i finanzieri hanno chiesto all’uomo la provenienza dei farmaci illegali, quest’ultimo non ha saputo dare alcuna giustificazione. Plausibile quindi che si trattasse di un corriere del commercio illegale di medicine, visto che la piccola farmacia trovata ha un valore di mercato di diverse migliaia di euro. L’uomo, denunciato per importazione illegale di medicinali, rischia l’arresto fino a un anno e una multa di centomila euro. Il commercio illegale di medicine, oltre a impoverire lo stato e l’economia legale, lette a serio rischio la salute dei consumatori: i farmaci sequestrati, potendo generare effetti collaterali gravi, devono essere assunti solo previa prescrizione medica.