22 ottobre 2018
Aggiornato 07:30

Smontano auto rubate e ne rivendono i pezzi: scoperto magazzino alle porte di Torino

Due le persone arrestate, ma la banda si avvaleva della collaborazione di diversi complici non ancora identificati dai carabinieri

TORINO - Sembrava un garage come tanti, in realtà era la base operativa di una banda specializzata nello smontare automobili rubate: è questo quello che hanno scoperto i carabinieri della Stazione di Leinì al termine di una lunga indagine iniziata grazie ad alcune segnalazioni.

IL MAGAZZINO - La banda era composta da due cittadini italiani di 36 e 38 anni e da diversi complici tra ladri e commercianti per il momento non ancora identificati. Le auto rubate venivano smontate, ripulite e i pezzi rivenduti: nel capannone, attrezzatissimo, avveniva il primo intervento di smantellamento. Quando i carabinieri hanno fatto irruzione nel garage, rinvenendo una Giulietta, due Fiat 500 e il motore di una Jeep Renegade. Alla coppia sono stati contestati i reati di riciclaggio di autovetture e ricettazione in concorso.