20 ottobre 2018
Aggiornato 08:30

L’ex sede Fiat abbandonata di corso Bramante rivivrà grazie a una nuova struttura commerciale

L’edificio a tre piani di corso Bramante 15 in disuso da oltre dieci anni e in progressivo stato di degrado sarà riconvertito a struttura di vendita
L'ex Fiat abbandonata in corso Bramante
L'ex Fiat abbandonata in corso Bramante (Google Street View)

TORINO - Sarà ancora una struttura di vendita a riportare un po’ di luce in un’area di degrado della città. Il vicesindaco Guido Montanari ha annunciato che il vecchio edificio di corso Bramante 15 che una volta ospitava una filiale Fiat e che ormai da anni è chiuso e abbandonato presto sarà dato a un privato e riconvertito a struttura di vendita: l’operazione riguarda un’ampia porzione dell’isolato compreso tra i corsi Bramante e Turati e le vie Forlanini e Giordano Bruno.

DUE FASI - Il progetto commerciale si articola in due fasi: la prima fase prevede la richiesta all’amministrazione comunale di un’autorizzazione commerciale per una media struttura di vendita mista-alimentare, integrata da un’attività di somministrazione, con superficie di vendita di 2.500 metri quadrati. In una seconda fase, con una istanza di autorizzazione commerciale regionale (Acr), la struttura sarà trasformata fino a raggiungere una superficie di vendita complessiva pari a 3.500 metri quadrati e l’inserimento di un negozio di vicinato con una superficie di 200 metri quadrati. Nel piano interrato sarà allocato il parcheggio che ospiterà 125 posti auto. Al piano terra sarà realizzato il negozio e tutti gli spazi accessori consistenti in magazzini e laboratori di lavorazione, mentre i servizi e spogliatoi per il personale saranno collocati al piano terra e al primo piano della porzione di palazzina prospettante corso Bramante.

SOLDI AL COMUNE - Il privato che rileverà la struttura abbandonata di corso Bramante verserà nelle casse comunali 1,75 milioni di euro, di cui 760mila euro di contributo di urbanizzazione, e provvederà a proprie spese e cura alle connesse opere di urbanizzazione, per un valore pari a poco meno di 2,2 milioni di euro. Così sarà realizzata una rotonda alla confluenza delle vie Giordano Bruno, Camogli e Forlanini, tratti di piste ciclabili e saranno rifatti gli incroci tra corso Turati e le vie Forlanini e Camogli.